Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Abruzzo

D’Alfonso: via i condannati… e all’Ato cade la prima testa


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Il primo a farne le spese è il segretario generale dell’Ente d’ambito pescarese (Ato) Fabrizio Bernardini. «In ossequio alla direttiva in oggetto pervenuta allo scrivente», gli scrive il commissario unico straordinario dell’ente idrico Pierluigi Caputi, «sono ad invitarla a rimettere le dimissioni dall’incarico». La direttiva a cui fa riferimento Caputi è quella che il governatore Luciano D’Alfonso ha firmato di suo pugno e inviato quindi a tutti i direttori pro-tempore della Regione. Una direttiva, la numero 13, che va in direzione della trasparenza auspicata più volte da D’Alfonso e contro gli amministratori di enti e società partecipate che hanno riportato anche soltanto sentenze di primo grado. «I direttori pro tempore della Regione Abruzzo sono invitati ad assumere i necessari ed immediati provvedimenti (invito urgente di dimissioni ed in caso di inadempienza, revoca tempestiva)», scrive D’Alfonso, « nei confronti degli amministratori degli enti nelle società partecipate e di ogni altra realtà ove la Regione Abruzzo possa esercitare potere di nomina commissariale che abbiano riportato sentenze penali di condanna non definitiva per reati nei confronti della pubblica amministrazione (reati previsti dal capo I del titolo II del libro secondo del codice penale), secondo quanto prescritto dall’art. 3 del decreto legislativo 39/ 2013».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top