Abruzzo

D’Alfonso, 80 milioni per opere idriche

I sindaci, gli operatori e gli albergatori hanno lamentato i gravi problemi legati al sistema idrico, la carenza di acqua nei giorni di picco del turismo, la cattiva depurazione e l’inquinamento dei fiumi, il dissesto delle strade principali, l’assenza di una pianificazione turistica. Sull’idrico il presidente Luciano D’Alfonso ha pero’ ricordato gli 80 milioni di euro inseriti nel decreto Sblocca cantieri che sara’ varato venerdi’ (“Ce ne vorrebbero tre volte tanto per risolvere i problemi dell’intera regione ma intanto e’ una partenza”, ha spiegato il presidente), e una serie di iniziative come il “rastrellamento delle emergenze di dissesto” chiesto con una nota alle Province, al Genio civile e alle Prefetture. Il presidente, che ha anche manifestato la volonta’ di insediare il Consiglio regionale del turismo (“Uno strumentino che renda durevole il dialogo competitivo tra noi”, ha chiarito), ha pero’ sollecitato il ruolo fattivo degli operatori, li ha invitati a “scatenare la fantasia, a dettagliare un piano di investimenti ma sulla proposta turistica dovete essere voi ad amalgamare il prodotto. Noi lo integreremo”. D’Alfonso ha anche parlato di aeroporto: “Cambieremo la governance. Nomineremo un teutonico capacissimo con la licenza di uccidere tutti i debiti”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top