Politica

Crab, la Regione approva legge per il fondo di rotazione

Il consiglio regionale ha approvato la legge “disposizioni per il settore primario”, che prevede l’istituzione di un fondo di rotazione per un importo pari ad un milione di euro l’anno dal 2015 al 2017, a favore dei centri di ricerca Crab, Cotir e Crivea. La legge permetterà agli enti di affrontare le difficoltà di liquidità in cui si trovano, dando la possibilità ad ogni centro di richiedere anticipazioni temporanee di cassa da utilizzare per le proprie finalità e rimborsabili successivamente.

“Un intervento fondamentale che scongiura la chiusura dei tre centri di ricerca abruzzesi – dichiara il consigliere regionale Maurizio Di Nicola – attraverso il quale i centri riusciranno a rendicontare i progetti inerenti la misura 1.2.4. del Piano di Sviluppo Rurale, scongiurando il rischio di restituire a Bruxelles le somme ricevute per i progetti stessi. Tuttavia, questa iniziativa rappresenta – prosegue il consigliere – solo il primo passo di riorganizzazione, che deve vedere ulteriori interventi da parte dell’amministrazione regionale al fine di ristabilire una solidità degli enti di ricerca sia dal punto di vista patrimoniale che di libero accesso al mercato”.

“Il progetto di legge 155 è stato approvato dal Consiglio regionale grazie alle sollecitazioni di Forza Italia – dichiarano il presidente della commissione di vigilanza Mauro Febbo e il capogruppo di FI Lorenzo Sospiri – il fondo di rotazione è ideato dal centrodestra e più volte avevamo sollecitato il centrosinistra su questo argomento. Finalmente si sono decisi a dare una risposta concreta alle attese di tutti, lavoratori in primis. Questo intervento – concludono i due esponenti di FI – rappresenta un passaggio chiave per il futuro dei centri di ricerca abruzzesi, in quanto permetterà alle strutture di continuare la loro attività, avendo a disposizione finanziamenti per partecipare ai bandi regionali ed europei”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top