Attualità

Con il nuovo CCNL Sanità si riapre la contrattazione integrativa. Più salario e più diritti

Avezzano – “Successivamente alla sottoscrizione del CCNL del comparto Sanità, del 21 maggio 2018, relativo al triennio 2016/2018, e dopo anni di blocco stipendiale e restrizioni normative, è stata finalmente riavviata una nuova fase di contrattazione”. Lo affermano, in una nota, le Segreterie FP CGIL – CISL FP – UIL FPL della Provincia dell’Aquila e le RSU CGIL – CISL e UIL della ASL n° 1 Avezzano – Sulmona – L’Aquila.

“In tale fase, le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno costruito tutte le condizioni utili e necessarie per la definizione di un accordo sindacale per permettere a tutti i lavoratori della ASL n. 1 di poter partecipare alla selezione per l’assegnazione, nel biennio 2018/2019, delle progressioni economiche orizzontali (Fasce). Nel tavolo di trattativa sono state definite le condizioni per poter attribuire le progressioni, e quindi gli aumenti retributivi, alle categorie più deboli dei lavoratori, partendo da quei lavoratori che non hanno mai effettuato una progressione dopo molti anni di servizio, dai lavoratori che da più tempo non la effettuano e da quelli che sono prossimi alla pensione. Complessivamente nel solo anno 2018 verranno attribuite le progressioni a 1266 lavoratori, pari a circa il 60% del personale del comparto, mentre la restante parte effettuerà tale progressione nel 2019.

Tali progressioni comporteranno un aumento medio della retribuzione, utile ai fini pensionistici, pari a circa 70 € mensili, che si andranno ad aggiungere agli 85 € medi mensili già attribuiti con il rinnovo contrattuale. Questo è il primo accordo a livello regionale sottoscritto a seguito del rinnovo del CCNL del 21 maggio u.s. attraverso il quale si riapre una nuova stagione di trattativa. Continuerà l’impegno delle scriventi OO.SS. per tutelare gli interessi anche di tutti i lavoratori precari attraverso una richiesta di incontro alla ASL, finalizzata alla verifica dei tempi e delle procedure per la stabilizzazione del personale precario. Allo stesso modo continuerà l’impegno per il miglioramento delle condizioni lavorative di tutto il personale partendo dagli spazi di contrattazione riaperti dal rinnovo contrattuale”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top