Attualità

Il Comune vende l’ex asilo, ma la frazione di Pescocanale non ci sta

Capistrello – Il Comune di Capistrello decide di vendere l’ex asilo sito nella frazione di Pescocanale, e i residenti del borgo insorgono. I locali sono attualmente luogo di ritrovo di un gruppo di giovani. La struttura, per il sindaco Franco Cicciotti, è fatiscente tanto che occorrerebbero somme considerevoli per ristrutturarla, un’impresa anti economica, in particolare a fronte del fatto che in paese esiste già un edificio adibito a centro ricreativo. La questione assume quasi una connotazione identitaria nella levata di scudi che viene dai residenti della popolosa frazione, e della quale è indicativo l’intervento dell’ex assessore Arnaldo Mariani:”Pescocanale vuole vivere. No alla svendita dell’asilo”, scrive sulla sua pagina facebook Mariani, “L’abbandono di un paese, di una comunità, il non voler interrompere il triste flusso dello spopolamento, il non tener conto delle richieste dei giovani, e non solo, il non apprezzare la voglia di vivere di chi ci vive e di chi rappresenta ed è il futuro di questo piccolissimo, ma anche grandissimo, borgo che è Pescocanale, passa attraverso la svendita del patrimonio pubblico. Un Comune povero svende, Capistrello ora non è povero. la comunità di Pescocanale merita tale indifferenza e mancanza di considerazione? No. Merita di non avere ciò che i giovani chiedono? No. merita di non avere un luogo dove i giovani possono progettare e contribuire al bene comune? No. Pertanto non svendete l’asilo e il suo prato e i suoi giochi e panchine”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top