Cronaca e Giudiziaria

Collelongo, celebrato il funerale della giovane concittadina Michela

DSCF1063La cittadina di Collelongo si è stretta ieri intorno alla famiglia di Michela Ranalli, la 34enne del posto scomparsa il 18 luglio scorso a causa di un male incurabile che purtroppo, nel giro di pochi mesi, le è stato fatale. La Chiesa Santa Maria Nuova non è riuscita a contenere i tantissimi parenti e amici, che non hanno nascosto la commozione per una morte che lascia un grande vuoto in famiglia e nell’intera comunità.

Il rito funebre è stato celebrato da don Carmine Di Berardo, alla presenza della famiglia, delle autorità e dei tanti amici e colleghi, ed è stato ricco di interventi che hanno ricordato Michela come una ragazza piena di vita, brillante, solare, intraprendente e sempre pronta ad aiutare gli altri. Molto commoventi le parole cariche di dolcezza di Don Carmine: “Michela ce l’ha messa tutta fino alla fine per lottare. Era una ragazza tenace e allegra, che nonostante la malattia rassicurava i suoi cari. Voglio ringraziare Michela, il papà Camillo, la mamma Angela, la sorella Gina e il fidanzato Andrea per averci dato un esempio di grande amore e dignità durante questo duro percorso”.

DSCF1062Durante la cerimonia gli amici hanno letto pensieri per Michela, ricordando le tante esperienze vissute insieme, le risate, e il grande lascito di un’amica che resterà per sempre nei loro cuori e che ora, da lassù, veglierà su tutti come la stella più luminosa. Il momento più toccante della cerimonia è stato quando la sorella di Michela ha letto una poesia di Sant’Agostino. “La morte non è niente. Sono solamente passata dall’altra parte: è come se fossi nascosta nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace”.

All’uscita del feretro sul piazzale, tanti palloncini bianchi sono stati liberati in cielo per accompagnare Michela nel suo viaggio. Le centinaia di persone presenti alle esequie hanno poi raggiunto il cimitero per l’ultimo saluto.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top