Politica

Collarmele con tasse al minimo ed investimenti per i beni pubblici

A Collarmele, nella seduta del consiglio comunale di sabato 30 aprile, è stato approvato il rendiconto anno 2015 e il bilancio previsionale 2016/2018. Il sindaco Antonio Mostacci ha voluto mettere in evidenzia la particolarità della situazione del suo comune, che prosegue nella politica di minimizzare il prelievo fiscale sui propri cittadini. IMU comunale sulle seconde case ed aree edificabili al minimo consentito, TASI a zero per tutti gli immobili, anche seconde case e riduzione, per l’anno 2016, delle tariffe sulla TARI, già al di sotto della media, per un importo medio del 5%. “Abbiamo confermato l’abbattimento del carico fiscale – spiega il primo cittadino – ed abbiamo proceduto ad una riduzione sui costi di alcuni servizi e tariffe. L’unico rammarico resta legato alle nuove disposizioni della legge di stabilità, che non ci consentono di utilizzare importanti risorse proprie dell’ente; spero che il governo riveda le sue posizioni per i comuni con meno di 1000 abitanti che sono stati pesantememte penalizzati”.

“Confermiamo – aggiunge Mostacci – i nostri progetti sia in termini di valorizzazione dei beni pubblici, con investimenti pari a circa 1.350.000 euro: municipio, torre medioevale, chiesetta cimiteriale, impianti sportivi, loculi cimiteriali – che di viabilità per circa 500.000. Grossa attenzione è stata data all’attività di promozione dei luoghi e stanziamento di fondi-borse lavoro per i cittadini in condizioni di disagio economico e sociale. Sostegno forte e concreto all’associazionisno per cui è in corso di pubblicazione un bando per la richiesta di contributi comunali importanti. La politica di riduzione di spese inutili, abbattimento del carico fiscale e di sviluppo – conclude il sindaco – sarà l’obiettivo costante di questa amministrazione”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top