Cronaca e Giudiziaria

Coldiretti: danneggiate le produzioni e i raccolti, agricoltura in ginocchio

Dopo l’emergenza nella provincia di Chieti, l’allarme per il maltempo e l’anomalo andamento delle temperature arriva anche dalle zone interne, con particolare riferimento a L’Aquila e Teramo. Coldiretti denuncia la riduzione di produzione dei cereali con punte anche del 50% e la distruzione completa del raccolto di foraggi in particolare nelle zone a forte vocazione zootecnica (Alto Sangro, Aquilano interno, Gran Sasso e Alto teramano). Un’agricoltura fortemente provata, quindi, che deve fare i conti con altri problemi conseguenti. << Oltre alla produzione che risente del clima anomalo, ci sono problemi legati ai costi sostenuti dalle aziende – dice Massimiliano Volpone Direttore di Coldiretti L’Aquila e Teramo – si registrano infatti alcuni attacchi di fitopatie alle colture frutticole e ortive con conseguenti costosi interventi di lotta antiparassitaria e, sulla lievitazione dei costi di produzione, incide anche l’aumento del numero di pratiche agronomiche messe a punto nelle zone orticole. Oggi più che mai è necessario vengano pagate le provvidenze regionali e gli indennizzi per i  danni alle colture e al patrimonio zootecnico ad opera di animali selvatici. Sarebbe opportuna, anche la sospensione dei pagamenti di contributi previdenziali ed assistenziali per le aziende colpite >>.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top