Italia

Cogne: Franzoni, voglio tornare in quella casa

«Sento il bisogno di tornare in quella casa. Non sarà facile, perchè è dove Samuele ha vissuto felice e dove è stato ucciso. Non voglio rinnegare quei ricordi, non voglio perderli. Ho voglia di tornare lì, perchè stare lontano è come voler dimenticare… Non posso permetterlo: non è giusto».

Così Annamaria Franzoni – che sta scontando 16 anni di condanna proprio per l’omicidio del figlio Samuele trovato morto nella casa di Cogne – si è raccontata in uno degli incontri con Augusto Balloni, il professore incaricato di stabilire se la donna possa ottenere la detenzione domiciliare. Nella sua perizia, Balloni ha concluso che Annamaria Franzoni presenta «condizioni di pericolosità sociale», anche se questa settimana il Tribunale di Sorveglianza di Bologna ha chiesto ulteriori approfondimenti, e deciderà tra due mesi. Le considerazioni della donna espresse durante le sedute con il perito sono state rese note durante la puntata di ieri sera di ‘Quarto Grado’ su Retequattro.

«Ho sempre respirato da mia madre un senso materno molto forte. Lo stesso che ho io, perchè sento come priorità, come donna, la famiglia – spiega Annamaria Franzoni -. Non ho mai pensato alla carriera. Quello che mi gratifica di più e mi fa stare bene è tenere la casa, stare con i miei figli, stare con mio marito, fargli trovare quel calore materno di moglie. Penso sia lo scopo della vita. Quello che ho respirato a casa mia è questo: la normalità dei figli, la dedizione». «Ho mostrato le foto di Samuele – aggiunge -, perchè insinuavano che non fosse sano. Volevo proteggerlo. Ancora oggi lascio la tomba bianca, senza nome: nessuno sa dov’è per tutelarlo. Ho cercato di difendermi, di difendere la dignità di Samuele».

2 Comments

2 Comments

  1. Walter Scipioni

    3 maggio 2014 at 15:10

    impiccati……

  2. Franca Rimicci

    4 maggio 2014 at 0:01

    Meglo un percorso terapeutico

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top