Altri articoli

Codacons, per famiglie tassa invisibile da 269 euro

“Questa bassa inflazione,  il valore piu’ basso dal novembre 2009, tradotta in cifre, equivale pur sempre, in termini di aumento del costo della vita, a una stangata annua pari a 245 euro per una famiglia di tre persone (valore calcolato sulla base del paniere Istat 2013 e non a quello nuovo reso noto oggi), e a 269 euro per una di quattro componenti”. Lo afferma il Codacons commentando i dati Istat.

Per l’associazione dei consumatori, si tratta di “una tassa invisibile che, per intenderci, e’ superiore al beneficio massimo che ci sara’ in busta paga con la riduzione del cuneo fiscale, pari a 225 euro o all’eliminazione dell’Imu sulla prima casa, il cui versamento medio e’ stato pari a 225 euro”.

Per Adusbef e Federconsumatori l’aumento del tasso di inflazione in generale e di quello relativo al solo ‘carrello della spesa’, e’ “sottostimato” e comporta comunque “su base annua un aggravio di 368 euro annui per una famiglia composta da tre persone”. Per le associazioni dei consumatori, “un aumento simile dei prezzi si conferma inammissibile e del tutto ingiustificato, a maggior ragione se si osserva l’andamento dei consumi nel corso degli ultimi anni”.

Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori la contrazione dei consumi e’ stata del 4,7% nel 2012, del 3,4% nel 2013, mentre nel 2014 si prevede un’ulteriore frenata dell’1,1%. Nell’ultimo triennio, cosi’, la contrazione dei consumi delle famiglie tocchera’ quota -9,2%. Una diminuzione  che equivale a una caduta della spesa di queste ultime di circa 65,4 miliardi di euro.
“E’ necessario che il Governo intervenga con la massima urgenza per fronteggiare una situazione divenuta ormai insostenibile per le famiglie e per l’intera economia. La continua diminuzione dei consumi, accelerata dall’aumento dei prezzi, continua infatti ad alimentare crisi, fallimenti, disoccupazione e cassa integrazione”, dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top