Politica

CNA Avezzano, “Il governo elimina l’anatocismo fiscale: cancellata un’ingiustizia”

La CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, aveva lanciato, nel mese di luglio, la mobilitazione contro l’annuncio, da parte del governo, della reintroduzione, dopo quattro anni, della norma sull’anatocismo (la capitalizzazione degli interessi su un capitale, affinché essi siano a loro volta produttivi di altri interessi). E’ grande, dunque, la soddisfazione per la decisione del governo di eliminare alla radice l’anatocismo.

“La nostra associazione – dichiara Pasquale Cavasinni, direttore della CNA di Avezzano – da tempo aveva sensibilizzato i propri associati e le imprese per mobilitarsi contro l’ipotesi del governo della reintroduzione del pagamento degli interessi di mora anche sulle sanzioni e sugli interessi relativi ai debiti con il fisco. Siamo particolarmente soddisfatti – continua Cavasinni – per la decisione assunta, invece, del governo di eliminare l’anatocismo fiscale”.

“Con altrettanta chiarezza – dichiara Daniele Vaccarino, presidente nazionale della CNA – oggi esprimiamo apprezzamento per la scelta del governo, che evita una crescita inarrestabile del debito fiscale ed è certamente lungimirante sul piano sociale, perché stempera i rapporti tra i contribuenti ed Equitalia.

Concordano con le dichiarazioni del presidente Vaccarino anche tutti i dirigenti della CNA di Avezzano: “Si sarebbe potuto concretizzare il raddoppio del tasso di incremento del debito fiscale totale. Un errore gravissimo! Le azioni messe in campo dalle imprese e dalla nostra associazione hanno prodotto un risultato importante, ossia la cancellazione di una norma pericolosa”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top