Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Attualità

Classificazione rurale, Mostacci: “Assolutamente illogica”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Collarmele – “Stamattina, su mandato dei sindaci di Pescina Cerchio ed Aielli, ho provveduto ad inoltrare una nota al Presidente della Regione Abruzzo, al Presidente del Consiglio Regionale, all’Assessore all’Agricoltura, al Presidente della III Commissione e all’Istituto Nazionale di Economia Agraria per manifestare tutto il nostro disappunto in merito alla classificazione rurale che è stata attribuita ai nostri comuni; si tratta di una classificazione che è assolutamente illogica e non risponde minimamente alla realtà”. Lo afferma, in una nota, il sindaco di Collarmele Antonio Mostacci.

“Dopo la mancata inclusione nella strategia delle Aree Interne continua il primo cittadino – si aggiunge questo ulteriore vulnus che mette in serie difficoltà un territorio già provato dalla crisi e ormai caratterizzato da un progressivo spopolamento. Abbiamo chiesto con questa nota che si torni alla realtà che profondamente diversa da quella disegnata da tecnici che probabilmente utilizzano una matita per disegnare un territorio che non conoscono né si sforzano di conoscere; classificare i nostri comuni ( mediamente a 800 metri SLM) come aree di Agricoltura intensiva e specializzata è veramente incomprensibile e potrebbe anche far sorridere; peccato però che questa classificazione non ci consente di partecipare a quei bandi del PSR che sono stati redatti proprio nell’intento di aiutare le comunità rurali più marginali. Ci auguriamo pertanto che la revisione sia un atto conseguenziale a questa nostra sacrosante richiesta”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top