Ultim'ora

Chiesto lo stato di emergenza, De Crescentis: “La Marsica ha bisogno di aiuto”

IMG_2460

E’ stato chiesto lo stato di emergenza per tutti i comuni della Marsica che sono stati colpiti dal nubifragio di ieri che ha causato due vittime, Adonia Sabatini, 51 anni diCivitella Roveto e Giovanni Tolli, 67 anni di Tagliacozzo, oltre a ingenti danni materiali. E’ quanto dichiarato dal presidente della provincia di L’Aquila Antonio De Crescentis, il quale, oggi, insieme ai tecnici del settore viabilità, ha eseguito sopralluoghi sulle strade delle zone devastate dal maltempo.

“Siamo a lavoro per riaprire in tempi brevi i tratti di strada interessati dalle frane, – dichiara De Crescentis –  e per quanto possibile, saremo di sostegno a tutti i comuni interessati da questa emergenza.  Al di là delle strade, oggi la Marsica ha bisogno di aiuto; le popolazioni dei comuni insieme ai loro sindaci sono all’opera per tornare alla normalità, ma i danni sono enormi, chiederemo lo stato di emergenza. Oltre a ringraziare tutti per l’operato, – conclude il presidente – desidero esprimere la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime e a tutti coloro che hanno subito danni”.

Nel frattempo, oltre 23 pattugliedel Corpo forestale dello stato stanno operando sul territorio della Marsica. Gli uomini della forestale stanno prestando soccorso ed assistenza alla popolazione distribuendo, anche nel comune di Canistro, bottiglie d’acqua messe a disposizione dall’amministrazione comunale in seguito alla rottura dell’impianto irriguo di distribuzione. Oltre a questo, i forestali stanno monitorando il livello dei torrenti e, con l’ausilio di attrezzature idonee, sono impegnati a liberare i locali inondati da acqua e fango.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top