Politica

CGIL L’Aquila: “Dolore per operaio morto sul lavoro, urge intervenire”

È con il dolore e il rispetto dovuti ad una famiglia colpita da una tragedia, quella capitata ieri in Valle Roveto, che la CGIL provinciale di L’Aquila è costretta per l’ennesima volta ad intervenire sul dramma degli incidenti sul lavoro. “Lo facciamo perché non ci stancheremo mai di ricordare che andare al lavoro non può significare giocare una partita con il destino – sottolinea la CGIL – e che gli incidenti e le tragedie non si verificano soltanto nei cantieri, nelle aziende e nelle fabbriche private ma colpiscono anche il settore pubblico, com’è accaduto all’impianto della Gea, dov’è deceduto un lavoratore dell’azienda Segen, una società pubblica di proprietà dei comuni del territorio.

Quello del nostro sindacato – continua la CGIL – al quale il lavoratore deceduto era iscritto, è un invito alla massima attenzione ma anche ad un impegno concreto perché le persone non debbano pagare con la vita, con una menomazione o una malattia il fatto che lavorino e facciano il loro dovere. D’altra parte le istituzioni e gli enti non riservano al tema l’attenzione e l’impegno che merita, la centralità che gli sarebbe dovuta nella stessa attività istituzionale quotidiana. Per quanto ci riguarda, la Cgil provinciale chiederà insieme agli altri sindacati di avviare un confronto con la politica e gli enti preposti, con l’obiettivo di tornare ad illuminare un dramma sociale del quale ci si occupa troppo poco ma anche per mettere in campo tutte le iniziative che possano evitare il ripetersi di queste tragedie”.

ARTICOLO PRECEDENTE: http://marsicanews.com/incidente-sul-lavoro-muore-operaio-di-59-anni/

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top