animali

Cervo ucciso in area protetta: quattro indagati a Gioia dei Marsi

Sono quattro gli indagati sospettati di aver ucciso un cervo nella zona protetta del Parco: i quattro, residenti a Gioia dei Marsi, dovranno rispondere di detenzione illegale di armi e munizioni ad uso caccia. Su delega della Procura della Repubblica di Avezzano, sono state eseguite perquisizioni domiciliari e nelle auto dagli agenti delle stazioni forestali di Lecce dei Marsi, Pescasseroli, Gioia dei Marsi e del C.T.A. del Parco Nazionale Abruzzo Lazio e Molise di Pescasseroli. All’interno di un’abitazione sono state sequestrate diverse armi, 2500 munizioni per fucili e 150 proiettili da pistola. Le armi sequestrate saranno portate in laboratorio per la comparazione balistica insieme al proiettile ritrovato nel corpo del cervo. Le indagini sono scattate nel marzo scorso, in seguito all’uccisione per arma da fuoco di un esemplare di cervo adulto maschio di 300 kg, nella zona protetta esterna al Pnalm, nel territorio comunale di Gioia.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top