Politica

Vertici nazionali e regionali di “Movimento Idea” si incontrano ad Avezzano

Lo stato maggiore abruzzese del movimento Idea del Sen. Gaetano Quagliariello si è riunito ieri nella Marsica per fare il punto politico sui prossimi appuntamenti politici. Presenti il Senatore, il Presidente emerito della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, tra i fondatori nazionali del movimento, il Coordinatore regionale e Consigliere regionale Mauro di Dalmazio, i coordinatori provinciali con i rispettivi gruppi di lavoro. A fare gli onori di casa l’Avv Antonio Morgante, coordinatore del movimento per la Provincia dell’Aquila. I temi affrontati hanno riguardato la situazione politica generale, l’appuntamento referendario del prossimo 4 dicembre e l’organizzazione politica del movimento sul territorio. L’occasione è stata propizia anche per ragionare sul tema delle elezioni amministrative in Abruzzo della primavera 2017.

Il Sen. Quagliariello ha comunicato che il movimento è motore fondamentale della strategia rifondativa del centrodestra. “Idea” è divenuto l’interprete principale dello sforzo di rinnovamento e ripartenza, intercettando sul territorio proposte politiche per l’Italia e uomini pronti a mettere a disposizione la loro esperienza e le loro energie per il rilancio dell’area moderata e liberale. In questa direzione il Senatore ha riferito ai presenti la sinergia tra “Idea” e le altre componenti del centrodestra e ha illustrato in che modo si sta lavorando per preparare una proposta politica nuova che tutte le anime del centrodestra si impegneranno a fare propria. La comunanza di obiettivi tra il movimento e gli innovatori nel
centrodestra, primo fra tutti Stefano Parisi, darà presto frutti apprezzabili.

L’attenzione si è poi spostata al merito politico e tecnico del referendum costituzionale del 4 dicembre. In tale ambito sono stati illustrati dal Coordinatore regionale Mauro Di Dalmazio i risultati della mobilitazione in Abruzzo, evidenziando che per le prossime settimane nella regione saranno costituite decine di comitati “Civici e Riformatori per il NO” e che saranno organizzate nel periodo più caldo della campagna elettorale, anche nella Marsica, importanti manifestazioni per diffondere e sostenere le ragioni del NO. Il coordinatore provinciale dell’Aquila, Antonio Morgante, ha testimoniato l’interesse sul territorio per  il movimento e per l’attività che lo stesso sta portando avanti per la battaglia
referendaria. Sul territorio stanno nascendo comitati a ritmi sorprendenti e l’esempio della città di Avezzano, dove per volere delle forze del centrodestra sarà costituito il comitato unico per il NO, costituisce senza dubbio un modello da seguire.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top