Altri articoli

Centro San Domenico: Di Pangrazio insoddisfatto per la risposta di Chiodi

“Ho chiesto al Presidente della Regione Gianni Chiodi di farsi promotore, presso il Direttore generale della Asl dell’Aquila Giancarlo Silveri, dell’individuazione di un percorso che possa i risolvere i disagi dei pazienti del Centro di Assistenza socio-sanitaria San Domenico di Avezzano”. Lo afferma il Consigliere regionale del PD Giuseppe Di Pangrazio, che ha presentato un’interrogazione sull’argomento, discussa nell’ultima seduta del Question Time. “Il prossimo 31 marzo – spiega Di Pangrazio – scade la seconda proroga concessa al San Domenico per continuare a erogare le prestazioni. Un’eventuale sospensione dell’autorizzazione porterebbe gravi disagi per quei pazienti che per la Asl devono essere assistiti in strutture di diversa tipologia”. Nell’interrogazione, Di Pangrazio chiede a Chiodi o di attivarsi per disporre una ulteriore proroga, oppure che la Regione si faccia carico di reperire le risorse per l’adeguamento di una struttura del Comune di Avezzano, che oggi non può accogliere altri pazienti. “E’ fondamentale – conclude Di Pangrazio – trovare una soluzione per queste persone, con l’individuazione di una struttura sociale, quindi non più socio-sanitaria, che possa garantire loro le terapie necessarie”.

Nel corso del dibattito il consigliere si è dichiarato insoddisfatto della risposta del presidente Chiodi, che di fatto non risolve la difficile situazione dei pazienti.

“E’ un grave problema che riguarda oggi 21 ragazzi e 21 famiglie tenute continuamente sotto pressione. Per questo motivo  – ha detto Di Pangrazio – presenterò, in vista del prossimo consiglio regionale, una risoluzione che impegni il presidente e la giunta all’individuazione di una soluzione definitiva. Occorre mettere la parola fine ai continui rinvii e garantire ai pazienti il completamento del percorso riabilitativo all’interno del Centro di San Domenico”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top