Altri articoli

Centro San Domenico, Chiodi firma la proroga fino al 31 marzo 2014

Un regalo di Natale anticipato è arrivato per i ragazzi del Centro diurno San Domenico di Avezzano, che potranno restare nella struttura fino al 31 marzo 2014.

Ricordiamo che i ragazzi disabili dovevano trasferirsi, come conseguenza delle “ex articolo 26” della Regione Abruzzo, in altre strutture del territorio marsicano, pronte ad accoglierli solo con gradualità.

Inizialmente la Regione Abruzzo, dopo aver approfondito la questione, riuscì a mettere a punto una prima proroga fino al 31 dicembre 2013, a cui segue la buona notizia appena giunta.

Ma sentiamo direttamente da Antonio Morgante, membro dello staff della segreteria del presidente Chiodi, gli ultimi sviluppi della delicata situazione.

«Durante la manifestazione dei genitori del centro San Domenico, tenutasi questa mattina ad Avezzano, ho voluto dare personalmente notizia che il presidente Gianni Chiodi, nella sua qualità di Commissario ad acta per la sanità, è in procinto di firmare una nota di proroga fino al 31 marzo 2014 per l’assistenza alle persone disabili prestata nel medesimo centro e in tutti gli altri centri della Regione Abruzzo che si trovano nelle stesse condizioni.

Ora sarà necessario che la Regione e le strutture delle ASL, con i genitori dei pazienti, che ormai sono esasperati, diano ottemperanza a quanto già disposto dal Commissario Chiodi e dal Subcommissario Zuccatelli e convochino le riunioni per condividere le azioni obbligatorie per rendere la giusta assistenza ai pazienti in relazione alle singole situazioni di ciascuno».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top