Attualità

Celano, l’archivio Sforza ripercorre la storia dell’antica contea

Apre i battenti la mostra sulla successione feudale della contea di Celano. Ad organizzare l’evento culturale è l’archivio Sforza di Celano con  il patrocinio del comune di Celano. Dalle ore 18.00 del 17 agosto, i celanesi potranno ammirare per la prima volta i documenti in pergamena che narrano del passaggio dell’importante contea nella successione feudale tra le famiglie nobili investite della titolarità comitale sulla contea distrutta nel 1224 dall’imperatore Federico II e poi fatta riedificare dallo stesso nel luogo dove oggi si trova. L’archivio Sforza è un ente riconosciuto dallo Stato e il materiale è stato catalogato dalla competente soprintendenza archivistica che ne ha decretato l’importanza per la ricostruzione della storia della famiglia Sforza, del territorio e del Lago Fucino.

Pergamene con i sigilli in piombo che sanciscono i vari passaggi comitali, prese di possesso della contea di Celano e della baronia di Pescina e degli altri feudi, atti che sanciscono i diritti feudali sul territorio, sul Lago Fucini e sul diritto delle gabelle, atti su moltissimi aspetti della vita politica, militare, religiosa e sociale della Celano feudale che vanno dal 1224 al 1809 epoca quest’ultima in cui, dopo l’invasione napoleonica del Regno di Napoli, la feudalità venne abolita. Sarà anche possibile vedere quali filigrane venivano riportate sulla carta prodotta dalla cartiera di Celano nel periodo che va dai Piccolomini, ai Peretti, ai Savelli per giungere agli Sforza. Ma oltre alla mostra documentale sarà possibile ammirare 500 scotti fotografici della Celano che fu e che si è evoluta dal 1865 fino agli anni recenti. Due appuntamenti da non perdere che sarà possibile visitare e per arricchire il bagaglio culturale inerente la nostra storia. A settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, la mostra sarà visitata anche dagli studenti di Celano e della Marsica grazie alla collaborazione tra il Provveditorato agli Studi, il Comune di Celano – assessorato alla cultura e l’archivio Sforza.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top