Cronaca e Giudiziaria

Celano, messa in sicurezza delle scuole, arriva la mozione

In data 14 agosto, con prot. n. 12407, i consiglieri comunali del PD Antonello Di Stefano, Carlo Cantelmi, Aniceto Ciaccia, Calvino Cotturone, Nazareno Tiberi, Daniele Bombacino e i consiglieri Giuseppe Cleofe ed Elio Morgante, hanno protocollato una richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale per discutere la mozione di messa in sicurezza delle scuole.

“La Giunta Regionale nel 2012 sollecitava l’esecuzione delle verifiche sismiche su tutti gli edifici e le infrastrutture strategiche o rilevanti in adempimento all’obbligo imposto a carico degli Enti proprietari. La Giunta Comunale nel 2013 rilevava l’opportunità di effettuare una programmazione degli interventi di messa in sicurezza individuando, con apposita delibera, nell’ordine la Scuola elementare di Madonna delle Grazie, la Scuola elementare delle Vaschette e la Scuola media delle Fontanelle. Ad oggi però, nonostante le insistenti richieste dei consiglieri di opposizione relativamente alle condizioni di sicurezza degli edifici scolastici e all’esistenza delle certificazioni previste dalle normative vigenti nessuna risposta è stata data dall’amministrazione e dai dirigenti preposti. Considerata poi la scelta del sindaco Piccone di voler procedere alla realizzazione di un nuovo edificio scolastico in sostituzione degli edifici esistenti, dichiarati da demolire, vista l’imminente riapertura delle scuole esprimiamo forte preoccupazione per la sicurezza di centinaia di alunni oltre a quella degli insegnanti e del personale addetto. Piccone deve chiarire in modo inequivocabile se sono state espletate tutte le verifiche richieste dalla Giunta Regionale e se oggi gli edifici presentano le necessarie garanzie per lo svolgimento dell’anno scolastico. Per i due edifici di Madonna delle Grazie e Vaschette, dichiarati da abbattere, chiarisca Piccone come intende risolvere il problema denunciato dalla sua stessa Giunta. Manca meno di un mese dall’inizio delle lezioni e non c’è più tempo da perdere. Per questo invitiamo il Presidente del Consiglio a convocare in tempi strettissimi il Consiglio comunale.”

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top