Cultura

Celano, grandi interpretazioni per il concerto “Dies Irae e…dintorni”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Venerdì 5 agosto, a Celano, nella chiesa di San Francesco, nell’ambito della rassegna “Musica itinerante lungo antiche mura” si è tenuto il concerto “Dies Irae e….dintorni” per archi, pianoforte e voci soliste, organizzato dall’associazione musicale ‘La Scala di Seta’, in collaborazione con la Fondazione Carispaq della provincia di L’Aquila, il comune di Celano e la confraternita Santissimo Sacramento e Santi Martiri. I soprani Bianca D’Amore e Emanuela Marulli hanno mirabilmente interpretato brani di Pergolesi, Mozart, Webber e Verdi cogliendo appieno il valore espressivo e virtuosistico dei brani proposti. Di grande pregio i violinisti Beatrice Ciofani e Claudio Moroni, la violista Adriana Marinucci e la violoncellista Sara Ciancone, preziose le spiegazioni  ai fini dell’ascolto delle presentatrici Maria Rosaria Legnini e Domiziana Mazzocchitti.

Il momento più intenso del concerto è stato raggiunto con l’esecuzione, in prima assoluta, del Dies Irae composto dal brillante musicista avezzanese Giampaolo Piccinini, per due soprani e pianoforte, opera che ha comunicato un’intensità espressiva coinvolgente: il testo in latino, attribuito a Tommaso da Celano, è stato oggetto di un profondo lavoro di analisi che ha portato il compositore a modellare frammenti melodici che sottolineassero il significato del testo. Il risultato è stato un esaltante susseguirsi di impressioni sonore affidate al pianoforte del M° Piccinini e alle splendide voci dei soprani Bianca D’Amore ed Emanuela Marulli: i suoni sono diventati significanti coinvolgendo immediatamente il pubblico che, nonostante l’originalità della scrittura atonale, ha apprezzato fin da subito e ha recepito la potenza espressiva di voci e pianoforte .

Il testo del giorno del giudizio di Tommaso da Celano, grazie alla sapiente opera musicale del maestro Piccinini ha acquisito un moderno e attualissimo abito musicale che certamente è il frutto di una ricerca compositiva  svolta con consapevolezza e coerenza stilistica. Dopo tanti compositori che si sono avvicinati al testo di Tommaso sicuramente il Dies Irae del M° Piccinini mantiene elevato il pregio artistico letterario e musicale posseduto dal brano. Indubbiamente  pregevole l’esecuzione che ha dimostrato assoluta padronanza anche dei contenuti tecnici più arditi. Il testo del Dies Irae così può avvalersi di una nuova giovinezza, testimonianza dell’assoluto valore artistico del brano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top