Altri articoli

Causa per la beatificazione di Tommaso da Celano: la Marsica non si arrende di fronte al disinteresse del Vaticano

Numerosi sono gli eventi che da circa 10 anni si organizzano per valorizzare la figura di Tommaso Da Celano, ma la causa per la beatificazione del primo biografo di S. Francesco d’Assisi giace ancora accantonata presso la Congregazione per le Cause dei Santi in Vaticano. Ad asserirlo è Gianvincenzo Sforza, storico, archivista e ricercatore di Storia Patria che, prima di Natale, grazie anche a don Carlo Setti (consulente scientifico della Congregazione), ha deciso di mettersi in moto per avere informazioni concrete in merito alla causa di Tommaso da Celano. In seguito alle richieste di Sforza, l’Arcivescovo Marcello Bartolucci, Segretario della Congregazione per le Cause dei Santi, decide di fissare al 25 gennaio prossimo un incontro in Vaticano per ricevere una delegazione che possa tornare a perorare la causa di Fra Tommaso. 

Ma quali sono i motivi di tali ritrosie da parte del Vaticano nei confronti della figura di Tommaso da Celano? secondo Padre Nicola Petrone (il frate conventuale che più di altri si è interessato di Tommaso da Celano) la causa di Tommaso era stata abbandonata in quanto alcune gerarchie della chiesa in passato, per motivi mai chiariti, si opponevano al proseguo della causa stessa. L’approfondimento dell’assurda vicenda ha portato Sforza a constatare che le ricerche storiche prodotte proprio per quella causa dallo studioso del francescanesimo P. Giovanni Odoardi e quanto fatto dal primo Postulatore P. Ambrogio Sanna, venivano viste da alcuni ambienti della Chiesa come sterile materiale non sufficiente a comprovare la beatitudine di Tommaso Da Celano, pur riconoscendo allo stesso tempo gli alti meriti letterari e di primo biografo del serafico Padre d’Assisi.

Per fare il punto della situazione e meglio perorare il riavvio della causa, una delegazione formatasi nella Marsica, si recherà in Vaticano il 25 gennaio prossimo dove verrà ricevuta dall’Arcivescovo Marcello Bartolucci e con il quale sarà deciso il da farsi. Della delegazione fanno parte: il Sindaco di Celano Filippo Piccone; il Sindaco di Tagliacozzo Maurizio Di Marco Testa; il Postulatore della causa P. Angelo Paleri; Gianvincenzo Sforza che ha organizzato l’incontro; Don Carlo Abrosio Setti e dovrebbero aggiungersi Don Claudio Ranieri e il Vescovo dei Marsi Pietro Santoro.        

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top