Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Castellafiume, Mariani: “Problemi con internet? Strano, noi ci lavoriamo tutti i giorni!”

Pubblicato

on

In merito ad un articolo pubblicato su una testata online, il sindaco Domenico Mariani e l’intera Amministrazione comunale di Castellafiume decidono di mettere i puntini sulle “i” e rispondere a quanto affermato dal giornalista Di Nicola a proposito di insormontabili problemi legati a internet, che hanno costretto il giornalista a lavorare in condizioni di disagio. Ma non solo. Il giornalista, nello stesso articolo, non risparmia epiteti a tutta la classe politica regionale, interessata solo ad “accaparrare potere e mazzette”. Attraverso toni pacati e ironici vediamo, quindi, con quali argomenti replica il primo cittadino.

«Apprendiamo con stupore, grazie ad un articolo apparso su “Terre Marsicane” il 16 aprile scorso, che se invii un sms a Castellafiume arriva a destinazione dopo 13 ore”.

Strano,» puntualizza Mariani «a noi che a Castellafiume ci viviamo non era mai successo. Poi facciamo qualche indagine sulle fonti di questo articolo e gli addetti ai lavori ci informano che la vicenda pare sia accaduta al noto giornalista dell’Espresso Primo Di Nicola. Per carità, nessun dubbio sulla veridicità dell’accaduto, ma da un momento all’altro, nella Marsica non esente da tali problematiche, Castellafiume diventa l’icona del digital divide.

Due giorni dopo, sempre sulla medesima testata, si scatena l’ira tuonante del medesimo dott. Di Nicola “costretto a lavorare in un distributore perché a Castellafiume non prende internet”. Anche questa volta non vogliamo polemizzare sulla dichiarazione anche se stranamente noi con internet ci lavoriamo tutti i giorni, ma evidentemente il mestiere del giornalista necessita di tipi e qualità di connessioni a noi sconosciute; sì, sicuramente sconosciute, perché, come affermato dal Di Nicola, per gli amministratori locali il web è qualcosa di estraneo ai loro interessi, qualcosa di inutile e superfluo”…”ai più se gli parli di Umts, banda larga e internet non fa alcun effetto”…”ne hanno appena sentito parlare, se va bene.” Chissà come l’avrà presa il vice Sindaco di Castellafiume Amelio Maurizi che è laureato Ingegnere Elettronico, esperto in telecomunicazioni e impiegato in una multinazionale italiana di telecomunicazioni satellitari? Beh, certo lui non rientrerà nei “più” descritti dal giornalista; anzi, a detta dell’amico Primo, quando nell’articolo descrive gli amministratori locali lui non si riferisce affatto all’amministrazione comunale di Castellafiume, anche se non sappiamo se i lettori se ne siano accorti perché leggendo l’articolo noi ci siamo sentiti un tantino tirati in ballo.

Primo Di Nicola non ci ha risparmiato imbarazzo nemmeno quando ha descritto l’inadeguatezza della classe politica abruzzese, in gran parte rozza, arraffona, incapace, attenta solo ad accaparrare voti, poltrone, potere e mazzette”, però, rileggendo attentamente l’affermazione, sicuramente avrà usato il termine “in gran parte” per escluderci da questa grave ed infamante accusa.

D’altro canto vorremmo usare meno ironia ed evitare di mettere in cattiva luce lo stimato giornalista, specie quando si parla di una tematica condivisa e sentita dalla nostra comunità di appartenenza quale è quella della mancata rivoluzione digitale.

Certo alcune affermazioni fatte nell’articolo non sono affatto veritiere come quella nella quale dice che c’è una connessione a banda larga fornita da una società con tecnologia Wi- Fi, ma è male distribuita e poco conveniente”: la società in questione è la WiTel che ha realizzato una importante e capillare rete di telecomunicazione che permette di usufruire di una connessione a banda larga a partire da 10 euro al mese (a voi giudicare la convenienza!); però il problema dell’arretratezza tecnologica di Castellafiume, della Marsica e dell’intero Abruzzo c’ è e resta!

Resta anche perché c’è il solito scaricabarile sulle responsabilità e sull’incapacità o la non adeguatezza di questa o di quell’altra istituzione o amministrazione. Ma noi una domanda  da fare al dott. Di Nicola ce l’abbiamo: certo, sparare a zero senza risparmiare spiacevoli epiteti fa audience e incontra il favore del lettore medio che serba rancore verso una classe politica che si ritiene, a torto o a ragione, la causa di tutti gli italici mali, ma non sarebbe stato meglio, sia per Lei che per noi, invece che sprecare energie per queste sterili polemiche, che non risolveranno certamente il problema, collaborare sinergicamente per una seria iniziativa di sensibilizzazione sul tema?

Ci scusi ma sarà la nostra provinciale e arretrata maniera di vedere semplici le cose…».

Cronaca e Giudiziaria

Morte Cesidio Innocenzi: Dna incompleto, il proprietario del bovino potrebbe restare impunito

Pubblicato

on

Castellafiume – Potrebbe restare impunito il proprietario del bovino responsabile della morte di Cesidio Innocenzi, il 54enne che lo scorso 25 maggio impattò contro un bovino mentre percorreva in bici la Provinciale 23 dell’Alto Liri tra Castellafiume e Capistrello. L’uomo morì il 30 maggio a causa delle gravi ferite riportate.

Un indagato per omicidio colposo
Sulla morte dell’idraulico, con la passione per il ciclismo, è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo dalla Procura della Repubblica di Avezzano. Nel registro degli indagati, a seguito delle indagini scientifiche e sui reperti raccolti dai carabinieri, era finita un’imprenditrice 54enne di Castellafiume, difesa dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.

Le indagini
Sulla bicicletta della vittima il Ris di Roma aveva isolato una traccia di Dna bovino. Successivamente si era proceduto al prelievo di Dna negli allevamenti bovini della zona nei comuni di Capistrello, Castellafiume e Cappadocia, accertamento che aveva coinvolto almeno trenta esemplari. Il reperti scientifici (dna bovino e reperto trovato sulla bicicletta) sono stati inviati all’Istituto zooprofilattico di Perugia per la comparazione finale. Qui gli esperti hanno potuto riscontrare che le tracce isolate dai Ris sulla bicicletta non hanno reso un Dna “completo” pertanto la comparazione con i bovini oggetto d’indagine non è stata possibile. Senza una prova scientifica schiacciante l’indagine rischia di essere archiviata. fdm

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pugile avezzanese arrestato a Roma per il tentato omicidio di un uomo in una paninoteca

Pubblicato

on

Avezzano –  Un pugile avezzanese è stato accusato del tentato omicidio di un 42enne romano. Maurizio De Simone, 34 anni di Avezzano ma residente a Roma, ha accoltellato un uomo all’interno di una paninoteca per futili motivi. L’aggressione si è consumata nella notte tra lunedì e martedì scorsi nel quartiere San Lorenzo. Il 34enne, pregiudicato e specializzato nella boxe, ha sferrato una coltellata che è arrivata dritta al cuore del 42enne ora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Umberto I.

All’arrivo degli agenti del commissariato Porta Pia il ferito era riverso a terra con il sangue gli usciva dalla bocca, mentre l’aggressore tentava di allontanarsi perdendo sangue da una mano e con in tasca il coltello usato per l’aggressione ancora sporco di sangue. Il pugile è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Le immagini della telecamera interna alla paninoteca hanno confermato la responsabilità del pugile che ha picchiato anche un altro cliente.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pino pericolante nel giardino della scuola materna di Massa D’Albe, intervengono i vigili del fuoco

Pubblicato

on

Massa D’Albe – I vigili del fuoco di Avezzano sono intervenuti presso la scuola materna di Massa D’Albe per la rimozione di un pino pericolante all’interno del giardino scolastico. L’albero era pericolante e dunque potenzialmente a rischio caduta per l’incolumità dei piccoli scolari e dei passanti. L’Amministrazione comunale di Massa D’Albe, guidata da Nazzareno Lucci, “ha rivolto un sentito ringraziamento a tutta la squadra dei vigili del fuoco di Avezzano per l’interessamento e il tempestivo intervento di rimozione”.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ancora rifiuti di Roma capitale ad Aielli, 39mila tonnellate fino al 31 dicembre

Pubblicato

on

Aielli“La Giunta regionale ha approvato questa mattina la delibera con cui viene prorogata fino al 31 dicembre la possibilità di conferire i rifiuti prodotti da Roma Capitale nell’impianto Aciam spa di Aielli in provincia dell’Aquila. La proroga rientra nell’Accordo di Programma sottoscritto da Regione Lazio e Regione Abruzzo per la gestione di 39 mila tonnellate di rifiuti ‘talquale’ raccolte da Ama spa”. Lo ha reso noto ieri la Regione Abruzzo. “L’Amministrazione regionale – prosegue la nota – garantisce una fattiva collaborazione al Comune di Roma per affrontare le criticità della gestione del sistema dei rifiuti urbani, ma ora serve l’impegno di tutte le istituzioni, come evidenziato anche dal Ministero dell’Ambiente, per completare in tempi brevi l’aggiornamento del Piano Regionale dei Rifiuti”. 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Scontro tra due auto a Luco dei Marsi in prossimità di un incrocio, tre feriti lievi

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Incidente stradale nella tarda mattinata di oggi a Luco dei Marsi in prossimità di un incrocio. Per cause ancora in corso d’accertamento si sono scontrate un’Alfa 149, con a brodo padre e figlia, e una fiat punto guidata da un uomo. I tre sono stati condotti al pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano per le cure del caso, ma, dalle prime informazioni, le loro condizioni di salute non desterebbero preoccupazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione per i rilievi e il 118 di Trasacco.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Scippata e scaraventata a terra in pieno giorno, è caccia al malvivente

Pubblicato

on

Capistrello – E’ stata sorpresa alle spalle da un malintenzionato che le ha strappato il denaro della mani e poi l’ha scaraventata a terra. Lo scippo è accaduto, ieri, in pieno giorno a Capistrello fuori uno dei due istituti di credito presenti in paese. La donna si era recata in banca per effettuare delle commissioni ed aveva ritirato una somma di denaro pari a 700 euro. All’uscita dall’istituto di credito è stata sorpresa alle spalle da un malvivente che, come una furia, l’ha scaraventata con forza contro un muro per rubarle il denaro appena ritirato. Forse l’uomo si aggirava nei pressi della banca nell’attesa di una “preda”. La donna colta da un malore è caduta a terra sbattendo la testa al suolo. Solo dopo aver ripreso conoscenza ha trovato la forza di chiedere aiuto presso un’abitazione vicina al luogo dello scippo. La donna disperata ha, successivamente, allertato i carabinieri della locale stazione denunciando l’accaduto. Ora è caccia al malvivente che, secondo la testimonianza della malcapitata, ha agito in pieno giorno e a volto scoperto. fdm

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Escursionisti dispersi nella Vallelonga tratti in salvo dai vigili del fuoco

Pubblicato

on

Villavallelonga – I Vigili del Fuoco di Avezzano soccorrono e salvano due escursionisti in località Fonte Astuni.
Due giovani escursionisti romani sono stati portati in salvo dai Vigili del Fuoco di Avezzano nella tarda serata di oggi. I due ragazzi, di circa 20 anni, si erano avventurati nei sentieri della Vallelonga per un’escursione. La scarsa conoscenza dei luoghi e la sopravvenuta oscurità hanno fatto perdere l’orientamento ai giovani. Trovato riparo nel rifugio Astuni, i due sono riusciti a dare l’allarme. La sala operativa dei vigili del fuoco 115 ha immediatamente ha attivato la procedura di ricerca. I Vigili del Fuoco hanno raggiunto il rifugio con un mezzo fuoristrada e ricondotto i due escursionisti nell’abitato di Villavallelonga in buone condizioni.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com