Cronaca e Giudiziaria

Castellafiume, Finalmente in arrivo l’auspicata riduzione delle tasse

Bilancio di previsione 2015 del Comune di Castellafiume approvato all’unanimità lo scorso 28 marzo. E finalmente sono in arrivo ottime novità per i cittadini: è stata, infatti, notevolmente ridotta l’aliquota TASI per le prime abitazioni (che passa dal 3 all’1,9 per mille) e per quanto riguarda la TARI si è stabilita una riduzione generalizzata che coinvolgerà sia i residenti, che i non residenti, con tagli variabili dal 5 al 10% a seconda dei casi specifici.
Iniziano a concretizzarsi, quindi, i primi risultati positivi di un duro lavoro caratterizzato da numerosi sacrifici e finalizzato a recuperare una situazione economico-finanziaria a dir poco complicata, che ha portato il Comune di Castellafiume a un passo dal dissesto finanziario.
Senza dubbio la riduzione dei tributi si è potuta fare anche grazie ai numerosi finanziamenti che questa Amministrazione è riuscita a reperire quest’anno (circa 345.000 euro per il dissesto idrogeologico, 40.000 euro per la viabilità e 50.000 euro per la riqualificazione del campo sportivo) e che hanno permesso di distogliere risorse dai capitoli di spesa per restituirle alle famiglie, le quali potranno così affrontare più serenamente questo periodo di crisi.
«Non è tutto oro quello che luccica», dichiara però il sindaco, Domenico Mariani. «In questi giorni siamo riusciti a far quadrare i conti sulla carta, ma le casse del comune continuano a soffrire una preoccupante crisi di liquidità. Non è cosa nuova per noi l’utilizzo dell’anticipazione di cassa – prosegue Mariani – ma stiamo toccando quasi il fondo a causa dei ritardi dell’erogazione dell’acconto del Fondo di Solidarietà dal Governo, che oltre a tagliare risorse destinate ai comuni, ogni anno in misura maggiore, ci trasferisce in ritardo quel poco che ci ha lasciato. Sinceramente, da gente come Matteo Renzi e Graziano Del Rio, mi aspettavo una sensibilità diversa per le problematiche degli Enti Locali».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top