Abruzzo

Casalinghe ed ex negozianti prostitute per crisi

Non solo straniere, non solo vittime della tratta e dello sfruttamento, ma anche donne italiane, casalinghe della porta accanto o ex commercianti che decidono di prostituirsi in strada per disperazione, come ultima occasione di riscatto a una vita soffocata dalla crisi economica e da tutto quello che questa si porta dietro. Sono loro, le donne italiane, anzi abruzzesi dell’entroterra o del vicino Molise, le pendolari del sesso a pagamento, un fenomeno che come rilevano le forze dell’ordine e come conferma l’associazione “On the road” aumenta con l’approssimarsi delle festività e del periodo estivo. Un pendolarismo, anche a livello geografico, che porta donne “normali” dell’entroterra abruzzese o del vicino Molise sui marciapiedi di Pescara, evitando di essere riconosciute e al contempo garantendosi facili guadagni lungo uno degli snodi adriatici più attrattivi e trafficati della costa.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top