Politica

Carpineta e Gallese: “Urban Center apolitica e super partes, Di Micco non ha i requisiti richiesti”

Avezzano. I consiglieri  Gianfranco Gallese e Cristian Carpineta hanno inviato una interrogazione a risposta orale al presidente del  Consiglio Comunale di Avezzano, incentrata su due quesiti fondamentali. Nel primo chiedono chiarimenti su quali sono stati i criteri di questa amministrazione nel nominare il sig. Di Micco presidente dell’Urban Center, struttura super partes, quindi apolitica, mentre Di Micco è impegnato politicamente con l’Udc, ha ricoperto cariche politiche con la precedente amministrazione e di assessore in quella attuale, quindi non assicura imparzialità nei confronti di cittadini e di associazioni.

Nel secondo quesito Gallese e Carpineta chiedono quali sono le motivazioni che giustificano la sostituzione del dott. Domenico Barbati, professionista noto e stimato, da sempre impegnato nel mondo dell’associazionismo no profit e del volontariato e che aveva ricevuto consenso unanime di tutti. Evidentemente la nomina rientra nella logica della cambiale politica pagata e che naturalmente non si giustifica come già affermato dai due consiglieri Aratari e Pierleoni,, come atto di sacrificio compiuto per il bene della città. La sostituzione del dott. Barbati, valido e riconosciuto professionista, con il sig. Di Micco, quindi, è da considerarsi semplicemente inopportuna. “Aspettiamo risposta convincente”, concludono i Consiglieri di opposizione.

 

 

Foto di copertina di Marsicaweb

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top