Abruzzo

Carburante e Imu, penalizzati gli agricoltori

L’assessore alle Politiche Agricole, Dino Pepe, ha espresso profondo rammarico sui contenuti della legge di stabilità 2015 riferiti all’agricoltura, facendo riferimento in particolare alla riduzione del carburante agricolo e alla controversa questione della tassazione Imu per i terreni agricoli. «L’eccessivo inasprimento fiscale sul carburante agevolato attuato dal Governo» ha rimarcato Pepe «che dal 2013 ad oggi determinerà una riduzione complessiva dei quantitativi agevolati del 23 per cento, inevitabilmente determinerà un aumento dei costi di produzione per le aziende agricole, rischiando di scoraggiare gli investimenti per l’ammodernamento e quindi il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del settore primario individuati dalla Regione Abruzzo con la nuova programmazione». A ciò si aggiunge la trasposizione integrale dei contenuti del Decreto legislativo 185/2014 all’interno della legge di stabilità che conferma il versamento dell’Imu per i terreni agricoli per l’annualità 2014 entro il 26 gennaio 2015. A tal proposito l’assessore Pepe auspica «l’accoglimento del ricorso presentato dalle delegazioni regionali Anci di Umbria, Abruzzo, Liguria e Veneto, in quanto i criteri applicativi, in particolare quello riferito all’altitudine, non rappresentano oggettivamente la redditività ed il valore di un determinato terreno agricolo». L’Assessore ha annunciato che invierà una nota formale al ministro e alla Conferenza Stato Regioni per invitare il Governo nazionale ad una riflessione, affinchè le norme vengano modificate per «evitare eccessive penalizzazioni per l’agricoltura abruzzese».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top