Cronaca e Giudiziaria

Cappelle-Bari, un ponte nel nome di monsignor Cacucci

Ma come nasce il culto di San Nicola a Cappelle, come nel resto della Marsica (vedi Carrito)? Senza remore di sorta ci possiamo spingere ad affermare che il collante è uno solo e si chiama Transumanza. Ci spieghiamo meglio: i nostri pastori andavano a svernare in Puglia e da lì “riportavano” dei culti tutt’ora presenti nella nostra zona. Qualche esempio? A Pescasseroli si festeggia la Madonna dell’Incoronata di Foggia, mentre a Villavallelonga il santo patrono è San Leucio, primo vescovo di Brindisi.
Non meno importante è la circostanza che la chiesa di San Nicola sia stata il fulcro della prima parrocchia di Tagliacozzo, anche se poi il culto si è perso con l’andar dei secoli. Questo è il contesto e quelle che seguono sono le parole di Don Ennio, che da Tagliacozzo proviene, ma che nel nome di San Nicola spera che tutta la Marsica risponda presente e intanto non nasconde la sua soddisfazione per l’occasione: “E’ un momento importante per la nostra parrocchia. Speriamo che questo evento possa essere l’inizio di un lungo cammino insieme”. A cosa si riferisce? Ne parliamo domani…

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top