Ambiente

Capistrello, trovato amianto in una scuola: il comune si attiva per lo smaltimento

Dopo la recente segnalazione di un cittadino di Capistrello in merito all’abbandono di Eternit sulla strada per il Monte Salviano, arriva un’altra amara scoperta: il ritrovamento, da parte del comune, di due autoclavi e di una canna fumaria in amianto nel sottotetto della scuola media locale. “La denuncia dell’abbandono selvaggio di Eternit ci è arrivata diversi giorni fa e, a seguito di essa, l’amministrazione comunale si è subito attivata per risolvere la problematica in tempo. Qui vige la regola della salute per tutti”. Così l’assessore all’ambiente del comune di Capistrello Moreno Persia in una nota stampa.

“In nome della trasparenza – spiega l’assessore all’ambiente – appena ricevuto le segnalazioni, abbiamo subito attivato il bando di gara relativo allo smaltimento dei rifiuti ‘speciali’. Eppure, l’aver scavato a fondo dietro ad una segnalazione pervenuta, ha implicato anche l’aver portato alla luce altre disarmanti scoperte, risalenti a diversi anni fa”. Il discorso Eternit, infatti, parte da molto lontano. A seguito di un sopralluogo effettuato presso l’istituto scolastico locale “A. B. Sabin”, sono stati individuati due autoclavi completamente in amianto, siti proprio nel sottotetto della scuola media, abbandonati lì da oltre vent’anni. Essi fanno il paio con delle lastre di copertura sempre in Eternit e sempre lì collocate. Tutti materiali che, presto, verranno smaltiti proprio grazie alla gara d’appalto espletata.

“Merito dell’attuale amministrazione di Capistrello – afferma l’assessore – è stato quello di aver messo la parola fine a questa incresciosa vicenda, in concertazione con la preside dell’Istituto scolastico. Abbiamo verificato anche la presenza di una canna fumaria in amianto, la quale è stata utilizzata, nel recente passato, come raccoglitore e collettore di fili elettrici collegati a dei pannelli fotovoltaici, come abbinare malamente energia rinnovabile e veleno, insomma”. In seguito all’espletazione dell gara d’appalto, il responsabile dell’ufficio tecnico del comune ha dato luogo anche alla determina per l’incarico. Ora la ditta appaltatrice sta realizzando, di concerto con la Asl, il piano di lavoro, individuando la specifica attività e le singole lavorazioni che dovranno essere svolte dall’impresa esecutrice dei lavori.

“La pigrizia non ci compete – conclude l’assessore – ma rimuovere l’Eternit richiede di perseguire una specifica procedura, che comporta dei tempi e dei modi obbligati, più complessi rispetto ad una normale raccolta ordinaria di rifiuti. In questo frangente, la Asl si sta occupando, infatti, minuziosamente della predisposizione del Piano di Lavoro, il quale è assolutamente necessario per mandare avanti le operazioni nel miglior modo possibile. Una volta ottenuto il via libera dalla Asl, la ditta provvederà alla rimozione e allo smaltimento dell’amianto”.

ARTICOLO CORRELATO: http://marsicanews.com/eternit-sulla-strada-per-il-salviano-la-segnalazione-di-un-cittadino-di-capistrello/

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top