animali

Capistrello, 11 cuccioli chiusi in un sacco: salvati in extremis da un passante

Undici cuccioli di cane nati da circa 10 giorni, chiusi dentro un sacco e buttati tra le sterpaglie a Capistrello, in prossimità di una strada nei Piani Palentini, come se fossero spazzatura. È successo stamane: fortuna ha voluto che un ragazzo (Angelo Bisegna) di passaggio, abbia sentito i piccoli piangere, e, aperto il sacco, ha subito pensato di soccorrerli contattando i veterinari della Asl, che si sono recati sul posto per prelevare i cuccioli, visitarli e metterli in salvo.

“Il papa ha ragione – scrive Angelo su Facebook – delle volte si ha compassione verso gli animali e si resta indifferenti verso gli uomini. Premessa doverosa, ma poi c’è un limite a tutto! Nelle foto che ho scattato stamane intorno alle 10:30 si vede un sacco con uno spago che lo chiudeva in modo quasi ermetico: i cagnolini stavano soffocando, per fortuna sono ancora vivi! Ho chiamato i veterinari della Asl, che immediatamente si sono attivati e con professionalità e massima disponibilità sono venuti per prendersi cura dei cuccioli”.

“Questo è lo scempio che un ragazzo ha trovato questa mattina – scrive Enpa sezione di Avezzano su Facebook – undici cuccioli da allattare, abbiamo bisogno di voi! Chi può ne prenda qualcuno e ci aiuti. Se qualcuno dovesse conoscere l’identità dell’autore di questo gesto disumano ce lo comunichi, grazie!”

Per inviare foto, video e segnalazioni potete scriverci all’indirizzo redazione@marsicanews.com 

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top