MarsicanewsTV

Canistro, uomini e donne spalano il fango: la normalità è lontana (foto)

La Marsica si lecca le ferite, dopo la sciagura della pioggia. E’ partita oggi la bonifica del Comune del paese marsicano di Canistro, una delle zone più devastate dal maltempo dei giorni scorsi. Sul campo, si ritrova tutta la forza volontaria della Marsica: la Protezione Civile di Tagliacozzo, guidata dal presidente Christian Rossi, la Protezione Civile di Civitella Roveto, la gemella di Capistrello e il gruppo scout di Avezzano. Una sinergia di forze, questa, alla base del duro lavoro che si sta tirando, in questi giorni, ancora avanti per ripulire la città. Oggi, la medaglia d’onore va sicuramente ai volontari: per loro non c’è giorno di festa. “Noi siamo sempre sul campo, perché le disgrazie, al netto dei fatti, non si riposano mai”.

foto“Il Comune era pieno di fango, soprattutto la parte adibita ad Auditourim, collocata nei piani bassi del Palazzo. Con tanta fatica e caparbietà, abbiamo ripulito la zona. In tutto, vi sarà stato un mezzo metro di fango, ora tutto sanato”. L’archivio, secondo il volontario Christian Rossi, intervistato per l’occasione, è stato messo in sicurezza. Nell’esercito dei buoni, militano anche alcune ragazze, adottate da Canistro come volontarie ‘del fango’. Una domenica dal sapore diverso, quella di oggi: non c’è stato posto per sagre e canzoni accompagnate da vino buono; oggi si è lavorato per guardare al futuro.

“Ci si sacrifica: in giro si vedono ancora camion, bob cat e quant’altro. La normalità è dura a tornare, ma la Marsica è forte e resisterà”. (g.c.)

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top