Altri articoli

Canistro, il Sindaco incentiva la lotta alle illegalità ambientali

Una ricompensa per chi riesce a identificare i responsabili dell’abbandono dell’immondizia. Una cifra simbolica di 10 euro, che non arriva dalle casse del Comune, ma direttamente dalle tasche 1°cittadino. La singolare iniziativa, mirata a punire i trasgressori delle regole di convivenza civile, è stata intrapresa dal Sindaco di Canistro, Antonio Di Paolo. Dal 1° febbraio, spiega, abbiamo affiancato all’addetto comunale che si occupa di ripulire le strade, altri due operatori, reclutati come lavoratori socialmente utili. Questa amministrazione è sempre stata molto attenta alle problematiche ambientali, tanto che ci siamo sempre impegnati a raccogliere e differenziare i rifiuti abbandonati nei fossati e nelle strade, anche di competenza non del Comune. Cerchiamo di combattere il fenomeno anche con frequenti campagne di sensibilizzazione, in collaborazione con la Segen, giornate ecologiche e avvisi alla popolazione. Ma non basta. Da qui l’idea di un contributo extra, finanziato dallo stesso sindaco, pari a 10 €, per ogni volta che gli operatori riescono a trovare nell’immondizia elementi utili per identificare i trasgressori e denunciarli agli organi competenti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top