Altri articoli

Camper antiviolenza: agenti donna salgono a bordo

Il camper ha toccato i principali comuni della Provincia, contattando una media di 100-150 donne al giorno nelle sue oltre 30 tappe dall’inizio di ottobre. Il camper è stato utilizzato come ufficio mobile di polizia per ricevere denunce e querele o anche per indirizzare verso il centro antiviolenza. Questa prossimità e la risonanza che la campagna ha avuto in tutto il territorio provinciale hanno permesso di mettere anche a frutto i poteri che sono stati conferiti al Questore dalla nuova legge sulla violenza domestica entrata in vigore lo scorso 15 ottobre (n.119): sono stati, infatti, notificati 16 ammonimenti e 33 denunce per reati riconducibili a violenza domestica o comunque in danno di donne: stalking, maltrattamenti, lesioni, percosse, violenza sessuale. Nei casi più gravi, la Magistratura ha eseguito 7 misure cautelari di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa (ai sensi dell’art.282-ter c.p.p.).

Dall’analisi dei dati sugli ammoniti, è emerso che l’uomo maltrattante nella media è italiano, quarantenne, vive nel comune dell’Aquila e commette violenze nei confronti della moglie o della convivente; in pochi casi nel comportamento violento ha influito l’uso di alcool o stupefacenti.

Per rendere più effettiva possibile la tutela delle vittime di violenza, la Questura de L’Aquila a breve firmerà il protocollo con la rete di partner affinché le donne possano essere intercettate e protette; verrà individuato, poi, nel percorso di accoglienza in Questura, un locale dove le vittime potranno essere ascoltate in forma protetta; verrà studiato anche un modulo con il quale la Polizia di Stato entrerà nelle scuole per affrontare questo lato dell’educazione alla legalità.

L’iniziativa, nata in collaborazione col Centro Antiviolenza per le donne ‘Melusine’, si concluderà nella giornata di domani, 25 novembre, proclamata dall’ONU come “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top