Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cronaca e Giudiziaria

Calcio scommesse: il “sistema Di Nicola”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Dalle intercettazioni telefoniche raccolte nell’ordinanza della Dda di Catanzaro emerge un profilo inquietante circa la “personalita’ ” calcistica dell’ex giocatore del Morro d’Oro e direttore sportivo dell’Aquila Calcio Ercole Di Nicola, arrestato oggi nell’ambito dell’operazione Dirty Soccer e relativa al calcio scommesse assieme ad altre 49 persone tra calciatori, presidenti e dirigenti.

In una conversazione emerge chiaramente che lui agisce senza societa’, dice infatti: ” falli litigare, fai come qua da me, io sto senza societa’, io faccio gli affari miei e basta, non devi avere scrupoli”. Mentre il sodalizio rossoblu’ lo sospende come da regolamento ma auspica un chiarimento da parte sua circa questa vicenda scabrosa Di Nicola e’ raccontato attraverso le pagine dell’ordinanza come uno abituato a muoversi nel mondo del calcio, locale e non, arriva anche nella serie cadetta grazie a conoscenze ed ex giocatori. Ad esempio si incontra, sempre secondo quanto riferito dalle carte stesse, con l’ex collaboratore dell’ex allenatore del Savona Di Napoli Massimiliano Solidoro che compare anche lui nel decreto di fermo. L’ex calciatore dei dilettanti viene in Abruzzo lo scorso 22 Novembre per organizzare la cosidetta “combina”. Il Savona, secondo quanto si dicono, dovra’ uscire sconfitto dalla gara contro L’Aquila Calcio. Di Nicola offre attraverso l’intermediazione del Solidoro dei soldi al tecnico della squadra avversario per farlo perdere – si legge nelle carte. Insomma, in quello che viene definito un vero e proprio sistema, l’ex calciatore e ds riveste un ruolo di spicco. Una brutta storia di certo che, diciamoci la verita’, fa un po’ disinnamorare anche la tifoseria, scossa da questo terremoto giudiziario, soprattutto perche’ i tifosi hanno sempre dimostrato maturita’ e attaccamento anche nei momenti piu’ negativi della storia calcistica aquilana. Una brutta storia di giocatori comprati, di scommesse, di gare manovrate anche da organizzazioni criminali, manovre per far guadagnare, per far ottenere vantaggi economici a qualcuno “frodando” lo sport, andando contro a quelli che dovrebbero essere i veri valori positivi.

Tra le gare incriminate c’e’ anche la partita contro il Santarcangelo. Anche in questo caso L’Aquila doveva uscire vincente dall’incontro e Di Nicola punta su tre calciatori del Santarcangelo stesso grazie al magazziniere della squadra che riesce evidentemente a controllare una parte dello spogliatoio. Rapporti stretti tra i due che proseguono anche dopo gli accordi tanto e’ che la Dda riferisce che al momento dell’arresto di Ercole Di Nicola avvenuto a Venezia i due erano assieme in un casino’.

In un panorama definito e organizzato come questo accade anche che alcune combine non vadano bene. In alcuni casi secondo gli investigatori Di Nicola e’ costretto addirittura a reperire grosse somme di denaro per sopperire alle scommesse mancate. Un esempio di combina andata a male e’ rappresentata dalla gara L’Aquila – Tuttocuoio. Un quadro a tinte fosche ma la societa’ si dichiara serena e augura a Di Nicola, lo ribadiamo, di poter spiegare tutto. Difficile passare sopra ad un guaio cosi’ grande ma il presidente Chiodi e il vice Mancini assicurano continuita’. Si va avanti. Resta da vedere anche che impatto avra’ questa triste vicenda sulla squadra. Solo il tempo dira’ gli effettivi rischi e la reale situazione. Alle 19 intanto nella sede dell’Ance c’e’ stata una riunione del Supperters’ Trust alla quale, oltre ai tifosi, hanno partecipato anche il presidente Chiodi e il vice Mancini. Come anticipato oggi da Marsicanews Di Nicola e’ sollevato dal suo incarico come prevede il regolamento interno della societa’ sportiva e il sodalizio rossoblu’ ha gia’ una rosa di nomi per individuare il sostituto.

Daniela Rosone

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top