Cronaca e Giudiziaria

Cacciatore di Canistro trovato con cinghiale in auto, Tribunale del Riesame annulla sequestro

C.E., 36 anni di Canistro, è stato denunciato il 26 marzo scorso dal Corpo forestale perché, a seguito di un controllo della sua auto, è stato trovato in possesso di un cinghiale di circa 35 kg. L’ipotesi di reato è “caccia in periodo di divieto generale”, punito con multa da 900 a 2.500 euro. La procura di Avezzano ha disposto il sequestro, convalidato dal gip Francesca Proietti, della jeep Suzuki utilizzata dal cacciatore, oltre alla carcassa del cinghiale, delle armi e munizioni trovate nel veicolo. L’avvocato Armando Di Pietro, difensore di fiducia dell’indagato, ha proposto istanza di riesame del provvedimento di sequestro innanzi al Tribunale di L’Aquila, presieduto da Romano Gargarella che, nella giornata di ieri, ha annullato il provvedimento del Tribunale di Avezzano, disponendo il dissequestro dell’auto.

 

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top