Lavoro

Burgo: Ugl, situazione poco chiara. Preoccupa il futuro

“La situazione alla Cartiera Burgo di Avezzano purtroppo e’ ancora poco chiara, dal tavolo non sono emerse novita’ concrete di rilievo”. Lo dichiarano Giancarlo Pompei e Enzo Valente della segretaria nazionale Ugl Chimici – Carta e Stampa, all’indomani dell’incontro al ministero dello Sviluppo Economico, aggiungendo che “purtroppo non sono emerse prospettive concrete sul futuro dello stabilimento, nonostante la presenza dell’amministratore delegato al tavolo. Il vertice aziendale ci ha riconfermato l’esistenza di alcune manifestazioni di interesse mirate alla riconversione dello stabilimento. L’unica novita’ – continuano – riguarda il ripristino temporaneo solo di alcuni reparti per il taglio della carta: una proposta per noi inammissibile, anche perche’ coinvolgerebbe solo un numero esiguo di persone al giorno e per un tempo limitato, e servirebbe solo allo sgombrare i magazzini”. “Chiediamo – proseguono – un incontro tempestivo con la proprieta’ cosi’ da ribadire la nostra richiesta di riattivazione dell’intera macchina produttiva. Intanto oggi nello stabilimento della Burgo di Avezzano si tengono assemblee con i lavoratori per decidere come procedere nella trattativa e fare il punto della situazione in vista del prossimo incontro del 3 novembre, auspicando – concludono – che quell’appuntamento sia l’occasione per riaprire un dialogo fattivo nell’interesse dei lavoratori”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top