Giudiziaria

Bracconieri, spunta un mercato molto florido

Che è quello di ristoratori compiacenti che avrebbero accolto a braccia aperte la carne di cinghiale, cervo e capriolo nei loro ristoranti di Abruzzo e Lazio. Gli agenti della Forestale che hanno portato a termine l’operazione anti bracconaggio nel Parco nazionale d’Abruzzo eseguiranno perciò una serie di accertamenti in tal senso. Il sospetto degli investigatori è che la selvaggina venisse macellata e venduta illegalmente dai cacciatori di frodo. Presto se ne saprà di più…

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top