Cronaca e Giudiziaria

Botte da orbi in un bar di Avezzano: in manette 4 cittadini Rom

Hanno aggredito con calci e pugni due macedoni facendoli finire in ospedale per gravi lesioni. E’ successo il 24 aprile scorso ad Avezzano, all’interno di un noto bar del centro cittadino. Protagonisti del gesto efferato quattro cittadini appartenenti alla locale comunità Rom, M.O. di anni 41, S.V. di anni 23, M.V. di anni 22 e S.R. di anni 23, tutti con pregiudizi di polizia. Stamane, il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Avezzano ha eseguito il provvedimento della misura cautelare dell’obbligo di dimora ad Avezzano, con il divieto per i quattro uomini di uscire dall’abitazione dalle ore 22 alle ore 7. Il provvedimento è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Avezzano, a seguito delle indagini relative all’aggressione. In particolare, dalla visione delle telecamere poste all’interno del locale, i militari hanno accertato che uno dei due macedoni era stato aggredito improvvisamente da uno dei rom presenti, che lo ha colpito con un forte pugno al volto facendolo cadere. Una volta a terra è stato preso a calci e pugni da tutti e quattro i rom che hanno poi aggredito anche l’altro macedone. I due hanno riportato lesioni tali da ricorrere alle cure sanitarie.

1 Comment

1 Comment

  1. Sharklasers

    3 agosto 2016 at 8:12

    Preziose risorse per questo “p”aese. Chissà quale lecita attività era al centro della civile discussione di questi pregiudicati già noti all’autorità giudiziaria. Tempo qualche ora e torneranno liberi di circolare, senza alcun problema, e di contribuire allo sviluppo della nostra società.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top