Altri articoli

Boato nell’Aquilano, si dà la colpa al sisma e invece è un jet

L’Aquilano sconquassato da un forte boato mattutino. Questo è ciò che è accaduto alla media Valle dell’Aterno, alle ore 9 e 30 circa di oggi. Paura, sgomento ma anche tanta incertezza in merito alle cause della ‘bomba d’aria’. A creare il boato, che ha fatto tremare i vetri di molte abitazioni, il passaggio velocissimo di un jet supersonico e la conseguente rottura del muro del suono.

Come si legge sul quotidiano Il Centro, il tremendo colpo in aria è stato scambiato inizialmente per il boato di un terremoto; molte persone hanno telefonato, infatti, preoccupate ai Vigili del fuoco, altre hanno controllato le ultime scosse registrate sul sito internet dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), ricevendo in entrambi i casi , ovviamente, delle risposte negative. Intanto, però, proseguono le ricerche sul Gran Sasso sperando che non si tratti comunque di un incidente aereo, che ha probabilmente interessato il versante teramano.

Sul posto, infatti, si sono immediatamente precipitati i carabinieri della compagnia di Teramo e delle locali stazioni ed in sorvolo sulla zona ci sono gli elicotteri del 118 e della polizia che non hanno rilevato nulla. Anche i radar dell’Enav non hanno segnalato nulla.

Non risultano infatti, sorvoli nell’istante del boato, introno alle 10, né erano previste esercitazioni militari. Il boato avvertito a diversi chilometri sembrava riconducibile a scoppio o schianto aereo ma non si sono notate ne’ colonne di fumo ne’ fiamme. Comunque le perlustrazioni sono tutt’ora in corso.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top