Cronaca e Giudiziaria

Alimenti con muffe e pesce rancido: blitz dei Nas in un ristorante di Castellafiume

Il Nas di Pescara, supportato dai militari della Compagnia di Tagliacozzo, ha svolto dei controlli presso un noto ristorante di Castellafiume. Nel corso dell’ispezione sono stati trovati oltre 300 kg di alimenti di origine animale e vegetale in cattivo stato di conservazione a causa della presenza di muffa, bruciature da freddo, tracce di irrancidimento, conservati in frigoriferi e congelatori sporchi. Rilevate, inoltre, irregolarità riguardo la tracciabilità e le informazioni sugli alimenti ai consumatori, con specifico riferimento agli allergeni. Contestate, inoltre, al gestore del ristorante anche altre infrazioni quali aver esercitato l’attività di preparazione e somministrazione del pesce crudo senza darne preventiva comunicazione all’autorità competente, aver mantenuto il ristorante con carenze igienico sanitarie e strutturali, aver omesso di aggiornare il piano di autocontrollo (H.A.C.C.P.). E’ intervenuto il dirigente del servizio veterinario dell’ASL dell’Aquila che ha disposto l’immediata sospensione dell’attività di preparazione e somministrazione del pesce crudo, oltre al divieto di utilizzo dei 300 kg di alimenti non tracciati e tenuti in cattivo stato, immediatamente distrutti.
Il valore dell’attività inibita, comprese le attrezzature, si aggira attorno ai 50.000 euro, mentre gli alimenti distrutti ammontano a 10.000 euro.
Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top