Italia

Berlusconi, non dai tu le carte

«Berlusconi è al tavolo delle riforme, giusto che ci sia ma non dà più le carte». Per Matteo Renzi il patto del Nazareno resta valido, però va interpretato in questa logica. A maggior ragione con la bufera che sta investendo il Movimento 5 Stelle «che avrà certamente conseguenze». I due messaggi il premier li spedisce dalle telecamere Rai intervistato da Lucia Annunziata, indirizzati principalmente al leader di Forza Italia nel giorno in cui la schermaglia sulle riforme si è fatta calda. Dalle colonne di Repubblica aveva già avvertito che «prima si fa la legge elettorale e comunque non si apre la discussione sul Colle fino a che il capo dello Stato è al suo posto». Berlusconi vorrebbe il contrario, invertire le priorità per avere una garanzia in più, ma da qualche giorno tra i due è cominciata una partita a scacchi dagli esiti incerti, innescata dall’altrettanto incerta data delle dimissioni di Napolitano. «Sulla legge elettorale andremo in aula entro Natale ma il voto finale sarà a gennaio» dice Renzi che cerca di spostare il più possibile in avanti la partita del Quirinale, continuando a sperare che lo stesso Presidente rinvii il più possibile le sue dimissioni.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top