Cronaca e Giudiziaria

Bella cerimonia per i neo 18enni a Canistro

Con una cerimonia ricca di emozioni, nella sala consiliare del Comune di Canistro, i neo diciottenni del paese hanno ricevuto in dono dall’amministrazione comunale, la Costituzione italiana e un opuscolo con la storia del Tricolore e dell’inno nazionale.
Il sindaco Antonio Di Paolo ha accolto i giovani intervenuti, che hanno partecipato all’evento con attenzione ed entusiasmo. La manifestazione è stata arricchita dalle relazioni della dottoressa in storia e filosofia, Maria Caterina De Blasis, anche vicepresidente dell’associazione culturale “Il liri” e del dottore di ricerca in storia, Stefano Boero.
De Blasis ha raccontato la Costituzione ai ragazzi presenti, sottolineando il lavoro dei padri costituenti e l’apporto dei giovani nella stesura della Carta costituzionale. Ha poi incitato i neo diciottenni alla partecipazione e alla cittadinanza attiva ripartendo proprio dalla Costituzione che è poi stata donata loro dal sindaco.
Boero, invece, ha ripercorso gli avvenimenti storici che hanno portato alla nascita della Costituzione con particolari riferimenti alla Resistenza, sottolineando anche le ideologie che hanno ispirato i principi fondamentali della Carta costituzionale.

Grande soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa dall’assessore alla cultura, Cristiano Iodice.

Il sindaco Di Paolo, insieme agli altri esponenti dell’amministrazione comunale, ha accolto il capitano della compagnia dei carabinieri di Tagliacozzo, Lorenzo Pecorella e il comandante della stazione di Civitella Roveto, Fabio Renzi e li ha ringraziati per la gradita presenza e per il lavoro che svolgono ogni giorno a tutela dei cittadini.

Presenti anche i rappresentanti dell’Associazione nazionale dei Carabinieri, della sezione Valle Roveto.
Ecco i nomi dei neo diciottenni: Melissa Alonzi, Luca D’Abruzzo, Chiara Di Pietro, Francesca Fabiani, Giuseppe Fabiani, Antonio Iodice, Cristiano Lustri, Piera Mariani, Rachele Mariani, Alessandro Natalia, Chiara Petricca, Giovanni Prospitti, Chiara Ricciardi e Miriana Vitale.

1 Comment

1 Comment

  1. Renato D

    Renato D'Angelo

    18 giugno 2014 at 11:20

    Benissimo dare la Costituzione! meglio ancora rispettare e applicare i suoi articoli a cominciare dall ´Art.1. Non si vive solo di belle parole enunciate!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top