Cultura

“Barcollo ma non mollo”: la storia di Eleonora Polidoro ad un anno dalla morte

12735674_10208432969159897_153411481_nHa combattuto con tutte le sue forze contro una malattia che l’ha insidiata per 17 anni. Questa è la storia si Eleonora Polidoro, che il 13 febbraio del 2015, all’età di 34 anni, ha perso la vita lasciando un vuoto immenso in famiglia e nell’intera comunità di Avezzano. Oggi ricorre il primo anniversario della morte, eppure Eleonora ce l’ha fatta, ha trasformato i suoi anni di malattia in un inno alla vita, in un crescendo spirituale che l’ha portata a lasciare un messaggio di forza, amore e speranza. Nonostante la malattia l’abbia resa disabile, il motto di Eleonora era “Barcollo ma non mollo”, ed è proprio questo il titolo scelto per il libro che racconta, con semplicità e gioia di vivere, la storia di questa incredibile ragazza. L’opera contiene i pensieri scritti da Eleonora, le passioni, l’instancabile voglia di vivere e di affrontare ogni difficoltà con fede ed un bellissimo sorriso.

Eleonora Polidoro nasce il 14 novembre 1982 ad Avezzano da Domenico e Gavina. La prima di quattro fratelli, Valentina, Matteo e Antonio, coltiva fin da piccola la passione per il calcio e per le attività della parrocchia. Poco più che adolescente è costretta a mettere i suoi sogni in un cassetto e ad affrontare una vita segnata da un grave male. “Durante la malattia – scrive Eleonora – ho visto la sofferenza come strumento con il quale sono stata chiamata a compiere il mio capolavoro umano, una sofferenza che fa di me una privilegiata di Dio, che mi fa toccare con mano, nonostante tutto, la bellezza della vita”.

Nel diario Eleonora ripercorre tutta la sua malattia, tra alti e bassi. Vincitrice di varie gare regionali di nuoto per disabili, Eleonora non ha mai ceduto al dolore, insegnando agli altri che bisogna sempre guardare all’esistenza con un sorriso infinito. Una parte dell’opera è dedicata ai suoi pensieri scritti su Facebook, mentre nel finale Marco De Foglio, insegnante dell’ACR, racconta Eleonora con dolcezza, commozione ed ammirazione. Eleonora non si è mai arresa e riesce ancora, attraverso la sua esperienza, a donare forza, amore incondizionato per la vita e rinnovata speranza.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top