Giudiziaria

Banda di spacciatori nella Marsica, 16 avvisi di garanzia

Tre bande di spacciatori, composte da quindici nord africani ed una donna italiana, sono state scoperte dalla direzione distrettuale antimafia di L’Aquila che ha emesso altrettanti avvisi di garanzia ipotizzando il reato di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo le indagini svolte dagli inquirenti, a comandare una delle bande era il latitante marocchino, soprannominato ‘Baffo’, che nel 2012 salvò una famiglia finita in un canale del Fucino, al quale spettava il compito di disporre il capitale per acquistare droga e di intrattenere rapporti con i grossisti fornendo poi agli spacciatori assistenza logistica e mezzi di trasporto necessari allo smercio di droga nella Marsica.

Tra gli indagati compaiono anche giovani nord-africani che avevano il compito di occultare e smerciare al dettaglio la droga alla clientela, composta soprattutto da marsicani e selezionata da una donna originaria di Avezzano, compagna di uno dei boss dell’organizzazione. Le indagini degli investigatori hanno permesso di stimare in migliaia di euro il giro d’affari derivante dallo spaccio. Nel marzo 2015 le forze dell’ordine hanno arrestato, con l’accusa di spaccio, tre indagati attualmente detenuti in carcere. Gli indagati sono assistiti dagli avvocati Luca e Pasquale Motta, Lorenzo Ciccarelli, Mauro Ceci, Enrica Isidori, Fabio Fafone, Fabrizio Ridolfi.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top