Ambiente

Banca seme per tutela orso bruno marsicano, passi in avanti

«Un primo, concreto e importante passo». Così Corradino Guacci, presidente della ‘Società di storia della faunà di Baranello (Campobasso) commenta la notizia relativa alla possibilità di creare una banca del seme per tutelare dal rischio estinzione l’Orso bruno marsicano. «Dopo mesi di contatti e relazioni – dice – siamo pervenuti alla costituzione di un gruppo tecnico di cui fanno parte docenti della Facoltà di Medicina veterinaria della Università di Bologna, colleghi ricercatori dell’Università di Lèon (Spagna), che da oltre dieci anni lavorano a un analogo progetto che li ha visti realizzare una banca del seme dell’orso bruno che vive sulla Cordigliera Cantabrica, e medici veterinari esperti in animali selvatici. Le tecniche, l’esperienza e il know-how che hanno messo insieme, saranno condivise con il gruppo di lavoro italiano. Non appena definiti i dettagli dei protocolli operativi, questi saranno sottoposti al parere e alla autorizzazione degli Enti e delle istituzioni che detengono la responsabilità decisionale e di gestione in materia». «Questo risultato che riteniamo di sicuro interesse – conclude – lo offriamo al Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise come un nostro contributo di collaborazione alla salvaguardia di una popolazione animale di eccezionale valore quale è quella rappresentata dall’Orso bruno marsicano».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top