Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Bambino nato morto, parte l’inchiesta


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

La Procura ha aperto un’inchiesta su un feto nato morto all’ospedale di Avezzano.

I fatti sarebbero questi: Alle 2.15 del mattino di martedì una mamma avezzanese di circa 30 anni, incinta di nove mesi, si presenta in ospedale con le contrazioni. I medici decidono di praticare il parto cesareo alle nove del mattino, ma il piccolo nasce morto.

La donna, incinta di nove mesi, avrebbe dovuto finire il tempo di gestazione domenica. E invece l’altra notte, subito dopo le due, ha iniziato ad avere le contrazioni. Rassicurata dal personale medico, ha invece passato ore d’inferno sino alle sei quando il medico ha dichiarato che si trattava di contrazioni da parto.

Da lì è iniziato un vero e proprio calvario con la donna in sala parto dopo le 8.  E così si è proceduto con il cesareo. Ma ormai era troppo tardi. Il bimbo era già morto.

2 Comments

2 Comments

  1. Antonio Faricelli

    30 gennaio 2014 at 17:39

    E’ una storia trita e ritrita. Non ci sono misure cautelari per questi casi: il medico negligente continuerà a far nascere (vivi o morti) bambini finché un Tribunale, tra una 15na d’anni, non decreterà la sua responsabilità diretta o oggettiva!

  2. massimiliano di donato

    31 gennaio 2014 at 11:31

    Che tristezza….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top