Attualità

I bambini e il terremoto: i consigli di Save The Children


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

La redazione di Marsicanews ha aderito all’iniziativa di Save The Children, creando una raccolta fondi a sostegno dei bambini colpiti dal sisma del 24 agosto. Quando si verifica un’emergenza come un terremoto, i bambini sono particolarmente vulnerabili perché, oltre allo shock per l’evento traumatico sono costretti a rinunciare ad una vita normale, a sconvolgere i loro ritmi di vita e a vedere stravolto il loro ambiente di riferimento. In questo articolo riprendiamo i consigli che l’organizzazione di beneficenza  ha stilato  per proteggere i bambini da 0 a 1 anno, durante emergenze e terremoto. I bambini neonati e quelli che ancora non hanno compiuto il loro primo anno di vita sono tra i più bisognosi di protezione perché dipendono completamente dagli adulti per la loro sopravvivenza. Nei periodi che seguono un evento traumatico è importante che chiunque li accudisca sia preparato a conoscere e rispondere ai loro bisogni più immediati. Attenzioni e premure da adottare per un genitore, in una situazione di emergenza, cambiano in base alle età dei bambini.

I segnali con cui lo stress post traumatico si manifesta

  1. Diventano molto esigenti e difficile da calmare;
  2.  hanno difficoltà a mangiare o a prendere sonno;
  3.  sono meno attivi o vivaci del solito, troppo tranquilli o silenziosi;
  4. sembrano essere in ritardo, rispetto alla loro età, nel raggiungere momenti importanti dello sviluppo (sorridere, stare seduto da solo, gattonare, camminare, …).

Come affrontarli

  1. Mantenete regolari gli orari di pasti e sonno;
  2. il latte materno è il miglior alimento, anche sotto il profilo affettivo. Continuate l’allattamento al seno, se già lo facevate prima;
  3. tenete il bambino al caldo e al sicuro;
  4. Cercate di tenere il bambino lontano da rumori molesti, caos e conflitti;
  5. parlate al bambino con un tono di voce basso e tranquillo, abbracciatelo e coccolatelo;
  6. prestate attenzione a stimolare le sue capacità di apprendimento e il suo sviluppo;
  7. assicuratevi che il bambino faccia tutte le vaccinazioni e portatelo regolarmente dal pediatra per delle visite di
    controllo;
  8. se il bambino ha problemi particolarmente seri legati alla sua crescita psicofisica, rivolgetevi al vostro pediatra.

Per contribuire alla raccolta e fare una donazione è possibile farlo al seguente link : http://ioper.savethechildren.it/terremoto-centro-italia/6-1916#.V8CwoMvncG4.facebook

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top