Cronaca e Giudiziaria

Balsorano, Mazzone resta ai domiciliari

Balsorano – Resta ai domiciliari il dirigente dell’ufficio tecnico del comune di Balsorano Pietro Mazzone accusato di turbativa d’asta e corruzione. E’ quanto disposto dal Tribunale di L’Aquila che ha respinto il ricorso presentato dal legale contro la misura restrittiva disposta dal Tribunale di Avezzano. Resta invariata anche la posizione degli altri indagati: Rocco Tullio Servio, Gino Capoccitti, Alessandro Gismondi, per i quali è stato disposto il divieto di domora nel comune di Balsorano, Alessandra Magrini e Aquilino Tatangelo, per i quali, oltre al divieto di dimora, è stata disposta la sospensione dalla professione per 12 mesi.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top