Cultura

Al “Teatro dei Marsi” 500 alunni da tutto l’Abruzzo celebrano Benedetto Croce

 

Un momento della conferenza stampa

AVEZZANO – Cinquecento alunni uniranno l’Abruzzo nel nome di un grande della cultura. Arriveranno, Sabato prossimo 26 Maggio, al “Teatro dei Marsi” di Avezzano, per concludere il lavoro di giurati del “Premio nazionale Benedetto Croce”. La seconda di due giornate, la prima il Venerdì precedente in Comune, con il l’incontro su “Il pensiero di Benedetto Croce e la cultura scientifica italiana”, presentate oggi in una conferenza stampa svolta nel Municipio cittadino.

Si avvia, così, verso la conclusione la prima fase di questa 13ª edizione, che vedrà la celebrazione i prossimi 26, 27 e 28 Luglio a Pescasseroli, con l’invito del consigliere comunale Edoardo Del Principe, intervenuto in rappresentanza del comune dell’Alto Sangro, a partecipare numerosi. Si passa, però, per questa tappa importante, quest’anno nel capoluogo marsicano, visto che la sede cambia per coinvolgere l’intero territorio regionale. Al “Dei Marsi”  le 24 Giurie popolari (20 scuole, 2 università della terza età, il carcere di Sulmona e un’associazione di Pescasseroli) comunicheranno i loro giudizi riguardo i testi affidati. Indicazioni girate ad una giuria, presieduta da Natalino Irti e composta, tra gli altri, da Dacia Maraini, Luca Serianni, Costantino Felice, che potrà confermarle o cambiarle, il prossimo 18 Giugno. “Ci proponiamo – ha spiegato Pasquale D’Alberto, coordinatore del premio – di raggiungere più obiettivi: stabilire un collegamento con la cultura italiana; coinvolgere l’intero territorio abruzzese; impegnare i ragazzi nella lettura ed in un metodo propedeutico all’università; far conoscere come merita Croce”.

Una cinquantina i testi concorrenti, 1.250 alunni coinvolti, tutti e quattro i territori provinciali coperti. Questi alcuni dei numeri che porteranno a designare i nove finalisti. Per Avezzano, uno dei motivi che l’hanno portata ad essere scelta, una partecipazione importante con sei istituti superiori rappresentati alla conferenza stampa da: la preside del liceo classico “Torlonia” Annamaria Fracassi, il preside dell’istituto tecnico “Galilei” Corrado Dell’Olio, la preside dell’Itis “Majorana” Anna Amanzi, la docente Rossana Abruzzo per il liceo scientifico “Pollione”, i docenti Iconavetere Notarantonio e Vincenzo Rea per l’istituto agrario “Serpieri”.

Venerdì, invece, sarà un momento dedicato alla riflessione. Alle 17, nell’Aula consiliare del Comune di Avezzano, si svolgerà il convegno “Il pensiero di Benedetto Croce e la cultura scientifica italiana”, che vedrà la partecipazione di Marta Herling, figlia di Lidia Croce (dunque nipote del celeberrimo pensatore). Introdurrà i lavori Corrado Dell’Olio e interverranno Paolo D’Angelo dell’“Università la Sapienza”, Francesco Vissani ricercatore dell’INFN “Gran Sasso” e Raimondo Castellucci della “Micron”.

Il sindaco Gabriele De Angelis e l’assessore Chiara Colucci del Comune di Avezzano si sono detti onorati di ospitare l’appuntamento. “500 studenti nel teatro cittadino – ha dichiarato De Angelis – saranno uno spettacolo nello spettacolo. Cercheremo di onorare Benedetto Croce, questa grande figura abruzzese, nel migliore dei modi”-

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top