Attualità

Avezzano. Un’estate a… tutto cantiere. Al via in centro i lavori per la pista ciclabile

Avezzano. Si avanza nel cuore dell’estate e nel capoluogo marsicano si dà il via nuovi cantieri. Si tratta, nello specifico, di quelli per la realizzazione della pista ciclabile. L’intervento collegherà piazza Torlonia con piazza della Repubblica, piazza Risorgimento continuando per via Marconi, per poi proseguire lungo Corso della Libertà fino a piazza Matteotti e alla stazione ferroviaria. La realizzazione dell’opera permetterà ai cittadini di “Accedere nel cuore della città senza auto, per rendere la permanenza delle famiglie, tra le attività commerciali, più piacevole; dando la possibilità ai cittadini di muoversi e, perché no, anche di divertirsi, con le bici”, come sottolineato, al tempo, nel comunicato di presentazione della stessa da parte dell’Amministrazione De Angelis. L’opera  è stata già al centro di roventi polemiche. Al di là delle considerazioni soggettive di ognuno al riguardo, è facile immaginare che la fioritura di cantieri, con annesse misure, qualche mal di pancia nei cittadini lo provocherà, siano essi a favore o contro, visto che sono già interdette al pubblico aree pubbliche frequentate in particolare nel periodo estivo. “L’ennesimo smacco ai commercianti e ai cittadini in questa estate da dimenticare”, ci dice il titolare di un’attività commerciale sita nel centro cittadino, “Non bastavano i cantieri già avviati, ci mancava l’aggiunta un altro percorso a ostacoli per convincere la gente a evitare il centro. L’ennesimo atto di distruzione operato da questa amministrazione, dalla maggioranza ma anche dall’opposizione che glielo permette”. Dagli atti si apprende che sono disposte prescrizioni per corso della Libertà, piazza Matteotti, via Marconi, via Marruvio, via Benedetto Croce, piazza della Repubblica, piazza Torlonia, via Roma, dal 23 luglio e fino alla fine dei lavori. Nello specifico, la chiusura al traffico dei tratti di viabilità e incroci attraversati dalla pista ciclabile; il divieto al passaggio pedonale nelle porzioni di marciapiede interessate dai lavori, eccetto residenti, come da specifiche in progetto; l’istituzione del divieto di sosta con rimozione delle aree destinate a parcheggio oggetto dei lavori.

Ne è entusiasta Augusto Di Bastiano, pensionato ideatore del “Centro giuridico del cittadino”, attivo – in certi periodi in particolare – nelle segnalazioni in merito a criticità o altri elementi d’interesse pubblico. “Anni di attesa e finalmente si va avanti sulla modernizzazione della città, peccato che si sia perso tanto tempo , con la realizzazione della pista ciclabile verranno collegate alcune fra le principali piazze della città”, scrive Augusto Di Bastiano in un comunicato, “piazza Matteotti, Piazza Risorgimento, Piazza Della Repubblica, Piazza Torlonia e Piazza del Mercato con il rifacimento del nuovo terminal Autobus va ripreso il vecchio progetto pista ciclabile Piazza Kennedy e collegamento con pista ciclabile zona Nord ed uniremo anche Pineta,Ospedale, Centro Servizio Culturale, Ex Scuola Montessori , archivio di stato ,il polo culturale che nascerà all’interno del palazzo ARSSA ed attraversando piazza Torlonia si arriverà all’ex omni che diventerà Pinacoteca ed infine avremo il Castello Orsini. Con nuovo look di Piazza Torlonia, Piazza Del Mercato, Piazza Risorgimento,Parco delle rimembranze dietro Castello Orsini e pista ciclabile inizia a prendere corpo la città nuova. Tanti anni son passati da quando con Mario Spallone Sindaco promossi il concorso di idee Nazionale per collegare le realtà cittadine sopra citate, di tempo ne è passato e quel che conta è che stiamo vicini ad un cambiamento sostanziale della nostra città, l’idea di allora oggi è più ricca di contenuti e di opere che la renderanno diversa e moderna. Qui non si tratta di pista ciclabile si o no ,si sta facendo di Avezzano una città diversa, come scritto più volte la città ha bisogno di un piano parcheggi fruibile soprattutto per chi viene da fuori città, criticità l’abbiamo in zona tribunale ed il mattino zona nord per i pendolari, il resto è più che sufficiente ma va rivisitato lo studio del Centro Giuridico Del Cittadini che da anni è consegnato agli assessori di turno”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top